Batterioterapia, vincere le infezioni usando le loro stesse armi

La batterioterapia, o bioprotica, rappresenta una frontiera innovativa nella medicina moderna, con l’obiettivo di utilizzare batteri “buoni” per contrastare quelli “cattivi”. Questa tecnica, basata sull’introduzione mirata di microrganismi benefici, ha mostrato particolare efficacia nel trattamento di diverse patologie, riducendo la necessità di farmaci e contrastando il fenomeno dell’antibioticoresistenza.

batterioterapia
Batterioterapia, vincere le infezioni usando le loro stesse armi

La Batterioterapia: Una Panoramica

Trattamento della Colite da Clostridium difficile

Uno dei primi successi della batterioterapia è stato il trapianto di feci per trattare la colite causata dal batterio Clostridium difficile. Questa procedura ha dimostrato come la reintroduzione di una flora intestinale sana possa ripristinare l’equilibrio microbico, contrastando le infezioni persistenti.

Altri Ambiti di Applicazione

La batterioterapia ha trovato applicazione anche in altri settori, come:

  • Infezioni delle alte vie respiratorie nei bambini (faringotonsilliti e otiti).
  • Prevenzione della carie in soggetti predisposti.
  • Prevenzione delle allergie.
  • Trattamento delle piodermiti (dermatiti infettive).
  • Gestione delle coliche infantili.
  • Patologie del tratto gastrointestinale e genito-urinario.

La Storia di John Tagg e lo Streptococcus salivarius K12

Un’infanzia Segnata dalla Febbre Reumatica

John Tagg, microbiologo neozelandese, fu colpito da febbre reumatica a 12 anni, condizione che lo costrinse ad assumere antibiotici per un decennio. Questo evento lo spinse a cercare alternative alle terapie tradizionali per le infezioni.

Scoperta del Bambino Numero 12

Negli anni ’80, Tagg scoprì un ceppo di Streptococcus salivarius nella gola di un bambino di Dunedin, noto come K12, che mostrava un’eccezionale capacità di contrastare i batteri patogeni come Streptococcus pyogenes.

Le Bacteriocine: Gli Antibiotici Naturali

Il ceppo K12 produce due batteriocine, A2 e B, capaci di inibire la crescita di vari patogeni, tra cui:

  • Streptococcus pyogenes.
  • Vari pneumococchi.
  • Haemophilus influenzae di tipo b.
  • Batteri del genere Moraxella.

Efficacia della Batterioterapia

Studi e Risultati Promettenti

Numerosi studi hanno evidenziato l’efficacia di S. salivarius K12 nella riduzione delle infezioni delle alte vie respiratorie. In particolare:

  • Riduzione degli episodi di faringotonsillite streptococcica tra l’85% e il 97%.
  • Effetto “trascinamento” che dura sei mesi dopo la terapia.
  • Riduzione delle tonsilliti virali del 60%.
  • Diminuzione delle otiti del 40%.

Effetti Collaterali e Controindicazioni

Nonostante i benefici, è essenziale considerare le possibili controindicazioni. In soggetti immunodepressi, l’introduzione di batteri potrebbe causare infezioni gravi come la setticemia. Inoltre, esiste il rischio di sviluppare antibioticoresistenze.

La Lotta Contro la Carie

Il Ruolo di Streptococcus salivarius M18

Il ceppo S. salivarius M18 ha dimostrato di essere efficace nella prevenzione della carie grazie alla produzione di enzimi che contrastano la crescita di Streptococcus mutans, riducono la placca e mantengono un ambiente orale sano.

Studi Recenti

Uno studio su 76 bambini ha mostrato una riduzione della placca del 50% e dei batteri cariosi del 75%, evidenziando il potenziale di S. salivarius M18 nella prevenzione della carie infantile.

Conclusione sulla batterioterapia

La batterioterapia rappresenta un approccio promettente per prevenire e trattare diverse patologie. Tuttavia, è fondamentale continuare a condurre studi approfonditi per valutare l’efficacia e la sicurezza di questi trattamenti, soprattutto in soggetti vulnerabili.

Consigli Finali

  1. Consultare sempre un medico: Prima di iniziare qualsiasi trattamento di batterioterapia, è essenziale consultare un medico o uno specialista.
  2. Seguire le indicazioni: I probiotici devono essere assunti secondo le indicazioni specifiche per garantire la loro efficacia.
  3. Monitorare i sintomi: È importante monitorare i sintomi e segnalare qualsiasi effetto collaterale al proprio medico.

FAQ – La batterioterapia

Cos’è la batterioterapia? La batterioterapia è l’uso di batteri benefici per prevenire o trattare malattie causate da batteri patogeni.

Quali sono i benefici della batterioterapia? Può ridurre l’uso di antibiotici, prevenire infezioni ricorrenti e contrastare l’antibioticoresistenza.

Quali sono le possibili controindicazioni della batterioterapia? In soggetti immunodepressi, può causare infezioni gravi come la setticemia.

È sicura la batterioterapia per i bambini? Sì, ma deve essere somministrata sotto il controllo di un medico o di un pediatra.

Leggi anche:

  1. Il nostro blog
  2. Allergie alimentari: batteri “buoni” per contrastarle!
  3. Armi Biologiche: Una Minaccia Contro l’Umanità

Consigli per gli Acquisti:

  1. Integratori consigliati
  2. Libri per la tua salute
  3. I nostri Libri
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e sono il creatore di Microbiologia Italia. Mi sono laureato a Messina in Biologia con il massimo dei voti ed attualmente lavoro come microbiologo in un laboratorio scientifico. Amo scrivere articoli inerenti alla salute, medicina, scienza, nutrizione e tanto altro.

Lascia un commento