Citrobacter: Il Flagello dei Neonati tra le Mura degli Ospedali

Il Citrobacter rappresenta un pericolo spesso sottovalutato tra i patogeni opportunisti, capaci di causare infezioni potenzialmente mortali. Appartenente alla famiglia delle Enterobacteriaceae, questo genere batterico comprende microrganismi ubiquitari, diffusi dal suolo all’acqua e persino nel nostro apparato digerente. Benché facciano parte della normale flora intestinale, in circostanze specifiche Citrobacter può diventare patogeno, provocando gravi infezioni, soprattutto in neonati, bambini e individui immunodepressi.

Cos’è il Citrobacter?

Il Citrobacter è un genere di batteri scoperto negli anni ’30, ancora poco conosciuto in microbiologia. Pur essendo prevalentemente innocui, alcune specie possono causare infezioni gravi e persino fatali. Tra le specie più coinvolte nelle infezioni umane si trovano il Citrobacter freundii, il Citrobacter koseri e il Citrobacter braakii. Questi batteri possono risultare estremamente resistenti agli antibiotici, complicando il trattamento delle infezioni.

Sintomi e Complicanze dell’Infezione da Citrobacter

I sintomi dell’infezione da Citrobacter variano a seconda dell’organo o del tessuto colpito. Nei casi di coinvolgimento delle vie urinarie, si manifestano con dolore durante la minzione, presenza di pus nell’urina, ematuria e altre complicanze urinarie. Nei polmoni, invece, i sintomi includono febbre alta, difficoltà respiratorie e tosse. Nei neonati, le infezioni possono provocare instabilità termica, convulsioni, ittero e altri segni di distress.

Le complicanze dell’infezione da Citrobacter possono essere gravi e includono ascessi cerebrali, meningite, sepsi e altre condizioni che possono portare alla morte, soprattutto nei neonati. Anche negli adulti, le infezioni possono causare danni permanenti, come aneurismi dell’aorta e ascessi epatici.

Trasmissione e Diagnosi

Le infezioni da Citrobacter sono spesso associate all’ambiente ospedaliero, dove possono diffondersi attraverso superfici e strumenti contaminati, contatti con operatori sanitari non adeguatamente igienizzati o durante il parto. La diagnosi avviene tramite esami di laboratorio su campioni biologici, come urine, sangue o espettorato, seguiti da indagini biochimiche per identificare il ceppo batterico.

Trattamento e Gestione

Il trattamento delle infezioni da Citrobacter può essere complesso a causa della resistenza agli antibiotici. Talvolta, l’unica opzione terapeutica efficace è l’uso di farmaci come la colistina, che richiedono una stretta supervisione medica. Altri antibiotici impiegati includono cefalosporine, aminoglicosidi e chinoloni.

FAQ

1. Quali sono le principali specie di Citrobacter coinvolte nelle infezioni umane?
Le specie principali sono Citrobacter freundii, Citrobacter koseri e Citrobacter braakii.

2. Come avviene la trasmissione dell’infezione da Citrobacter?
Le infezioni possono diffondersi in ospedale attraverso superfici e strumenti contaminati, contatti con operatori sanitari non igienizzati o durante il parto.

3. Quali sono le complicanze associate all’infezione da Citrobacter?
Le complicanze possono includere ascessi cerebrali, meningite, sepsi e danni permanenti agli organi.

4. Qual è il trattamento per l’infezione da Citrobacter?
Il trattamento prevede l’uso di antibiotici, spesso con la colistina in caso di resistenza agli altri farmaci.

Leggi anche:

  1. Il nostro blog: Microbiologia Italia Blog

Consigli per gli Acquisti:

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento