Oh Christmas tree! sui nostri alberi luci, decorazioni e… tanti microrganismi

Oh Christmas tree, oh Christmas tree…” tutti abbiamo ascoltato questa canzone almeno una volta nella nostra vita, ma c’è qualcuno che la conosce meglio di noi!

Da qualche settimana l’albero di Natale risplende nei nostri salotti. Oltre a rendere più magica l’atmosfera natalizia, sapevate di accogliere in casa un gran numero di ospiti?

La biodiversità degli alberi

Quando portiamo un abete nelle nostre case infatti, non ospitiamo solamente un albero, ma tutta la vita che è indissolubilmente connessa a questa conifera. Le piante custodiscono una grande biodiversità, grazie alla notevole varietà di strutture (come corteccia, aghi, gemme e pigne) ed ai diversi microclimi che queste ultime offrono per la colonizzazione da parte di altri organismi viventi.

La vita sopra e sotto una pianta

Oltre agli abitanti più conosciuti, come uccelli e mammiferi, sono gli organismi di piccole dimensioni a dominare la vita tra fronde e radici. Ogni parte dell’albero brulica di insetti, come formiche, cicale, afidi e farfalle.

Ma il gruppo di residenti più spesso dimenticato è sicuramente quello dei microbi. Proprio come all’interno del nostro corpo, una vastità di microrganismi prolifera sopra e sotto gli alberi.

Il fitobioma

Insieme, batteri, lieviti e altri funghi costituiscono il cosiddetto microbiota di un albero. Nello specifico, viene utilizzato il termine fitobioma per indicare l’insieme dei microrganismi che vive in stretta connessione con le piante.

Ognuno di questi microrganismi è indispensabile per la vita di piante ed alberi. Questi ultimi contribuiscono infatti alla loro crescita e salute, rendendo maggiormente assimilabili numerosi composti, proteggendole contro i patogeni, e in alcuni casi, fornendo un importante aiuto nell’impollinazione.

Il rizobioma

Scendendo nel sottosuolo poi, i microrganismi svolgono un ruolo chiave nella comunicazione tra le piante e nell’acquisizione di acqua e nutrienti. In questo caso, il termine rizobioma si riferisce appunto alla microflora che vive sopra, all’interno e in prossimità delle radici (figura 1).

Noduli su radici di soia contenenti batteri azoto-fissatori
Figura 1 – Noduli su radici di soia contenenti batteri azoto-fissatori
(fonte: https://pixels.com/featured/2-soybean-root-nodules-dan-guravich.html)

In altre parole, insieme al nostro albero di Natale un gran numero di organismi arricchisce le nostre case, impreziosendo i rami colmi di decorazioni e luci variopinte.

Non ci resta quindi che augurare un buon Natale a tutti voi, compresi i vostri ospiti invisibili!

P.S. Se accidentalmente un insetto decidesse di esplorare il salotto, riponetelo sull’albero o accompagnatelo con cura fuori. In fondo a Natale siamo tutti più buoni!

Sitografia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: