Il microbiota intestinale influenza la massa muscolare scheletrica e le sue funzioni

Un team internazionale di ricercatori, guidato da Shawon Lahiri del Karolinska Institutet di Stoccolma, ha scoperto che il microbiota intestinale nei topi svolge un ruolo influente nel mantenimento e nella funzione della massa muscolare scheletrica.

Nell’articolo, pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, il team ha riportato una serie di esperimenti effettuati su topi fenotipo selvatico e topi allevati in laboratorio senza microbioma e identifica una nuova area di influenza del microbioma.

Il ruolo del microbiota intestinale

Negli ultimi anni gli scienziati hanno scoperto che il microbiota intestinale nell’uomo e in altri animali svolge un ruolo molto più importante nel mantenimento della salute di quanto si pensasse in precedenza. Oltre alla trasformazione degli alimenti, il microbioma intestinale svolge infatti un ruolo importante nell’immunità e nella regolazione del colesterolo e dei trigliceridi.

Gli squilibri nel microbiota intestinale sono inoltre stati associati a condizioni come la malattia di Crohn, l’IBS (Sindrome dell’intestino irritabile) e altre malattie infiammatorie.

Ma l’influenza del microbioma sull’organismo ospite non sembra limitarsi a questa già ampia lista. Infatti, lo studio di Shawon Lahiri suggerisce che il microbioma intestinale svolge anche un ruolo nel mantenere la giusta quantità di massa muscolare scheletrica e la sua funzione, almeno nei topi.

Il muscolo scheletrico e la sua funzione

I muscoli scheletrici sono i muscoli ancorati alle ossa dello scheletro e ne controllano il movimento, ad esempio rendendo possibile il movimento degli arti.

Per indagare il possibile impatto del microbioma sulla massa muscolare scheletrica, i ricercatori hanno studiato diversi topi dal fenotipo selvatico e confrontato il loro microbiota con topi da laboratorio senza microbioma.

I topi allevati in laboratorio mostrano i primi risultati

Rispetto ai topi selvatici, è risultato che i topi da laboratorio avevano muscoli scheletrici atrofizzati. Avevano inoltre un minor numero di sostanze chimiche che supportano la crescita muscolare. Essi avevano livelli di aminoacidi più alti del normale, segno di problematiche al fegato. In ultimo, è risultato che i topi senza microbioma avevano livelli più bassi di un precursore del neurotrasmettitore acetilcolina, coinvolto nella trasmissione dei segnali tra il muscolo scheletrico e i nervi.

Il trapianto di microbiota

Il trapianto di microbiota intestinale da topi selvatici all’intestino di topi privi di microbioma ha comportato un aumento della massa muscolare e della sua funzione. I ricercatori hanno scoperto che dare ai topi da laboratorio acidi grassi, prodotti normalmente dai microbi nell’intestino, ripristinava parzialmente la loro massa muscolare.

Una scoperta che ha dell’interessante e che permetterà nuovi sviluppi in termini di prevenzione delle più comuni malattie muscolo scheletriche.

Alice Marcantonio

Fonte: Shawon Lahiri, et al. The gut microbiota influences skeletal muscle mass and function in mice, Science Translational Medicine (2019). DOI: 10.1126/scitranslmed.aan5662

Commenta per primo

Rispondi