Gomiti sempre secchi e ruvidi? Ecco cosa sta realmente accadendo

I gomiti screpolati sono un problema comune che molte persone affrontano. Quando la pelle dei gomiti diventa secca, ruvida e screpolata, può causare fastidio e disagio. Ma perché accade? Quali sono le cause di questo problema e quali rimedi possono aiutare a mantenere la pelle dei gomiti morbida e liscia? In questo articolo, esploreremo le ragioni dietro i gomiti screpolati e forniremo consigli utili su come prevenirli e trattarli in modo efficace.

Gomiti screpolati
Figura 1 – Gomiti sempre secchi e ruvidi? Con alcuni piccoli accorgimenti puoi porvi rimedio

Cause dei gomiti screpolati

Ci sono diverse ragioni per cui i gomiti possono diventare screpolati. Ecco le cause più comuni:

  1. Pelle secca: La pelle dei gomiti è naturalmente più spessa rispetto ad altre parti del corpo e ha meno ghiandole sebacee che producono olio naturale per idratare la pelle. Di conseguenza, i gomiti sono più inclini a diventare secchi e screpolati. L’aria secca, il freddo, l’esposizione al sole, l’uso eccessivo di detergenti aggressivi e il mancato utilizzo di creme idratanti possono contribuire alla secchezza dei gomiti.
  2. Factores ambientali: L’esposizione frequente a fattori ambientali aggressivi può danneggiare la barriera protettiva della pelle e causare secchezza dei gomiti. Ad esempio, l’aria secca e riscaldata all’interno delle abitazioni durante l’inverno può privare la pelle dell’umidità naturale, mentre l’esposizione prolungata al sole senza protezione può causare disidratazione e screpolature.
  3. Cattiva idratazione: Bere una quantità insufficiente di acqua o non idratare adeguatamente la pelle può portare a una diminuzione dei livelli di idratazione nella pelle, compresi i gomiti. L’idratazione regolare è essenziale per mantenere la pelle sana ed elastica.
  4. Condizioni dermatologiche: Alcune condizioni della pelle come l’eczema, la psoriasi o la dermatite atopica possono causare secchezza e irritazione dei gomiti. Queste condizioni richiedono spesso una consulenza medica e un trattamento specifico.
  5. Fattori genetici: In alcuni casi, la predisposizione genetica può influenzare la tendenza di una persona a sviluppare gomiti screpolati. Alcune persone possono semplicemente avere una pelle più secca e meno capacità di trattenere l’umidità.

Prevenzione e trattamento

La prevenzione e il trattamento dei gomiti screpolati richiedono un approccio olistico che miri a mantenere la pelle idratata e protetta. Ecco alcuni consigli utili:

  1. Idratazione regolare: Applica una crema idratante emolliente sui gomiti almeno due volte al giorno, preferibilmente dopo il bagno o la doccia quando la pelle è ancora umida. Scegli creme o lozioni che contengano ingredienti idratanti come l’acido ialuronico, la glicerina o l’olio di jojoba.
  2. Evita detergenti aggressivi: Utilizza detergenti delicati o specifici per pelli sensibili quando lavare i gomiti. Evita prodotti che contengono alcol o profumi forti, poiché possono irritare e seccare ulteriormente la pelle.
  3. Protezione solare: Applica una crema solare con un fattore di protezione adeguato sui gomiti esposti al sole. Indossa abbigliamento protettivo come cappelli e maniche lunghe quando ti trovi in ​​ambienti esterni per lungo tempo.
  4. Esfoliazione delicata: Utilizza uno scrub delicato per rimuovere le cellule morte dalla pelle dei gomiti una o due volte a settimana. Ciò favorirà il rinnovamento cellulare e renderà la pelle più liscia.
  5. Utilizza indumenti morbidi: Evita di indossare abiti ruvidi o stretti che possono irritare la pelle dei gomiti. Opta per tessuti morbidi e traspiranti che non sfregano eccessivamente sulla pelle.

Conclusioni

I gomiti screpolati possono essere fastidiosi, ma seguendo alcune semplici precauzioni e utilizzando le giuste strategie di cura della pelle, è possibile prevenirli e trattarli efficacemente. Ricorda di mantenere una corretta idratazione, proteggere i gomiti dai fattori ambientali aggressivi e utilizzare creme idratanti regolarmente. Se i sintomi persistono o peggiorano nonostante i rimedi casalinghi, è consigliabile consultare un dermatologo per una valutazione e un trattamento adeguato.

Fonti

  • Kligman, A. M. (1984). The anatomy and pathogenesis of the dried-out, atrophic, eczematous skin of winter xerosis. Journal of the American Academy of Dermatology, 10(4), 590-605. Link
  • Guenther, L. C., Davis, M. W., & Schleich, E. D. (2002). A practical approach to dry skin care. Canadian Family Physician, 48, 475-482. Link

Ti consigliamo: Crema solare e protezione solare

Foto dell'autore

Nazzareno Silvestri

Sono Nazzareno, scrivo da Messina. Il mio amore per la divulgazione scientifica nasce tanti anni fa, e si concretizza nel pieno delle sue energie oggi, per Microbiologia Italia. Ho diverse passioni: dalla scienza al fitness. Spero che il mio contributo possa essere significativo per ogni lettore e lettrice, tra una pausa e l'altra.

Lascia un commento