Scabbia un’infezione della pelle causata da acari

La scabbia, nota anche come scabbia sarcoptica, è un’infezione cutanea contagiosa causata da acari noti come Sarcoptes scabiei. Questi acari sono microscopici e provocano una reazione infiammatoria intensa e prurito intenso sulla pelle dei loro ospiti. L’infezione da scabbia può colpire persone di tutte le età e livelli socio-economici, e si diffonde facilmente attraverso il contatto diretto con individui infetti o oggetti contaminati.

La Scabbia infezione
Figura 1 – Prevenzione della scabbia: misure per evitare la diffusione dell’infezione

La scabbia è un’infezione molto contagiosa, ma come si sviluppa?

L’acaro responsabile della scabbia si insedia sulla pelle e vi depone le sue uova. Questo processo si verifica soprattutto nelle zone del corpo dove la pelle è più sottile, come i polsi, le dita, i genitali, l’ombelico e le pieghe tra le dita dei piedi. Una volta che le uova si schiudono, le larve migrano sulla superficie della pelle e crescono fino a diventare adulti. Gli acari adulti scavano gallerie sottili nella pelle per deporre ulteriori uova e completare il loro ciclo di vita.

Sintomi e segni della scabbia

I sintomi della scabbia possono richiedere fino a quattro-sei settimane per manifestarsi dopo il primo contagio. Tuttavia, nelle persone che hanno già contratto l’infezione in passato, i sintomi possono comparire entro uno-due giorni. I principali segni dell’infezione da scabbia includono:

  • Prurito intenso: il prurito, che peggiora di notte o dopo una doccia calda, è uno dei sintomi più comuni. È causato dalla risposta allergica alla presenza degli acari, delle loro feci e delle uova sulla pelle.
  • Eruzione cutanea: si verifica spesso sotto forma di piccole vescicole, bolle o rigonfiamenti sulla pelle. L’eruzione può comparire in diverse parti del corpo a seconda dell’età e del sesso del paziente.
  • Gallerie e tracce: sono segni distintivi dell’infezione da scabbia. Le gallerie sono sottili solchi o righe sulla pelle, che rappresentano il percorso scavato dagli acari adulti. Le tracce, invece, sono croste o graffi sulla pelle causati dal prurito intenso.

Come viene diagnosticata un’infezione da scabbia?

La diagnosi della scabbia si basa generalmente sull’osservazione dei sintomi e dei segni caratteristici dell’infezione. Tuttavia, in alcuni casi, il medico può effettuare una raschiatura cutanea per esaminare il tessuto sottostante al microscopio. Questo permette di individuare gli acari, le uova o le feci sulla pelle e confermare la presenza dell’infezione.

Trattamento e prevenzione l’infezione da scabbia

Il trattamento della scabbia prevede l’uso di farmaci antiscabbia specifici, come creme o lozioni a base di permetrina, benzil benzoato o solfuro di selenio. Questi farmaci uccidono gli acari e le loro uova, alleviando così i sintomi e prevenendo la diffusione dell’infezione. È importante seguire attentamente le istruzioni del medico e completare l’intero ciclo di trattamento per assicurarsi di eradicare completamente l’infezione.

Per prevenire un’infezione da scabbia e limitare la sua diffusione, è consigliabile adottare alcune misure preventive, tra cui:

  1. Evitare il contatto diretto con persone infette o con oggetti contaminati.
  2. Lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapone.
  3. Mantenere puliti e igienizzati gli indumenti, la biancheria da letto e gli asciugamani.
  4. Evitare di condividere oggetti personali, come pettini, spazzole o vestiti.
  5. Sottoporsi a trattamenti antiscabbia in caso di contatto con un individuo infetto.

Conclusioni

La scabbia è un’infezione cutanea comune causata da acari che può interessare persone di tutte le età. Sebbene provochi prurito intenso e disagio, l’infezione può essere trattata con successo utilizzando farmaci specifici. È importante consultare un medico per una diagnosi accurata e seguire il trattamento prescritto. Adottare misure preventive, come evitare il contatto diretto con individui infetti e mantenere un’adeguata igiene personale, può contribuire a prevenire la diffusione della scabbia.

Fonti

Foto dell'autore

Nazzareno Silvestri

Sono Nazzareno, scrivo da Messina. Il mio amore per la divulgazione scientifica nasce tanti anni fa, e si concretizza nel pieno delle sue energie oggi, per Microbiologia Italia. Ho diverse passioni: dalla scienza al fitness. Spero che il mio contributo possa essere significativo per ogni lettore e lettrice, tra una pausa e l'altra.

Rispondi