Unghia incarnita: sintomi che non dovresti mai ignorare

Introduzione

Le unghie incarnite sono un problema comune che può causare dolore e disagio. Questa condizione si verifica quando un lembo di pelle si infila nel bordo dell’unghia, spesso causando infiammazione e infezione. Le unghie incarnite possono colpire qualsiasi dito del piede, ma sono più comuni nel dito alluce. Fortunatamente, esistono diverse strategie efficaci per risolvere questo problema e alleviare i sintomi associati. In questo articolo, esploreremo le cause delle unghie incarnite, i sintomi correlati e i metodi di trattamento consigliati.

Figura 1 – Unghia incarnita

Cause dell’unghia incarnita

Le unghie incarnite possono essere causate da diversi fattori. L’errata taglio dell’unghia è una delle principali cause di questa condizione. Tagliare le unghie troppo corte o in modo irregolare può favorire la crescita dell’unghia nel tessuto circostante. Inoltre, l’uso di scarpe strette o scomode può esercitare una pressione eccessiva sui bordi dell’unghia, contribuendo alla sua crescita erronea. Altre possibili cause includono trauma all’unghia, come ad esempio un colpo diretto o la caduta di un oggetto pesante sull’unghia, e la forma dell’unghia stessa. Le persone con unghie naturalmente curve o incurvate possono essere più inclini a sviluppare unghie incarnite.

Sintomi delle unghie incarnite

Le unghie incarnite possono causare diversi sintomi che vanno dal disagio al dolore intenso. Rossore e gonfiore intorno al bordo dell’unghia sono i segni più comuni di questa condizione. Inoltre, è possibile notare dolore durante la pressione o il contatto con l’unghia incarnita, rendendo scomoda la normale attività quotidiana come camminare o indossare scarpe. In alcuni casi, può svilupparsi pus o secrezione di liquido dalla zona infetta. È importante prestare attenzione a questi sintomi e cercare un trattamento adeguato per evitare complicazioni.

Metodi di trattamento consigliati

Esistono diversi metodi di trattamento per risolvere le unghie incarnite. La scelta del trattamento dipenderà dalla gravità del problema e dalla presenza o meno di infezioni. Qui di seguito sono riportate alcune opzioni comuni:

  1. Pediluvio con acqua calda e sale: Immergere il piede in una soluzione di acqua calda e sale può contribuire a ridurre l’infiammazione e il gonfiore. Si consiglia di effettuare il pediluvio per 15-20 minuti, più volte al giorno, per un sollievo temporaneo.
  2. Utilizzo di antibiotici topici: In caso di infezione leggera, l’applicazione di una crema antibiotica può aiutare a prevenire l’aggravamento della situazione e favorire la guarigione.
  3. Sollevamento del lembo di pelle: Se la pelle circostante all’unghia è infiammata, un medico può sollevare delicatamente il lembo di pelle e posizionare una garza o un cotone imbevuto di antiseptico per ridurre l’infiammazione e promuovere la guarigione.
  4. Trattamento chirurgico: In alcuni casi più gravi, quando gli altri metodi di trattamento non hanno successo, può essere necessario un intervento chirurgico. Durante l’intervento, il medico può rimuovere una porzione dell’unghia o dell’ipertrofia del tessuto per alleviare il problema.

Prevenzione delle unghie incarnite

Prevenire le unghie incarnite è essenziale per evitare il ripetersi di questa condizione sgradevole. Ecco alcuni consigli utili per prevenire le unghie incarnite:

  • Taglia le unghie in modo corretto: Taglia le unghie dritte, evitando di arrotondarle eccessivamente.
  • Indossa scarpe comode: Scegli scarpe che abbiano spazio sufficiente per le dita dei piedi, evitando quelle troppo strette o a punta.
  • Mantieni una buona igiene dei piedi: Lavare e asciugare accuratamente i piedi, prestando attenzione alle unghie.
  • Evita il trauma all’unghia: Proteggi le unghie da eventuali traumi, come colpi o oggetti pesanti che cadono sui piedi.

Conclusione

Le unghie incarnite sono un problema comune che può causare dolore e fastidio significativo. Tuttavia, seguendo correttamente le misure preventive e utilizzando i metodi di trattamento adeguati, è possibile risolvere efficacemente questo problema. In caso di persistenza dei sintomi o di peggioramento della condizione, è consigliabile consultare un medico per ottenere una valutazione professionale e un trattamento adeguato. Ricordate, la cura e l’attenzione per le unghie possono prevenire il disagio e mantenere i vostri piedi in salute.

Fonti:

  1. Mayo Clinic. (2021). Ingrown toenails. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/ingrown-toenails/symptoms-causes/syc-20355903
  2. American Academy of Dermatology Association. (2021). Ingrown toenails: Tips for managing. https://www.aad.org/public/everyday-care/injured-skin/blisters/ingrown-toenail-tips
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento