L’Importanza dei Neutrofili nella Difesa del Corpo

I neutrofili sono i più numerosi globuli bianchi presenti nel sangue circolante e svolgono un ruolo fondamentale nella protezione dell’organismo da agenti estranei, in particolare quelli di natura infettiva. In questo articolo, esploreremo in dettaglio le diverse attività svolte dai neutrofili per difendere l’organismo e le condizioni che possono alterarne il numero.

La Funzione dei Neutrofili

I neutrofili proteggono l’organismo attraverso una serie di azioni coordinate:

  1. Chemiotassi: Si muovono attivamente verso il sito di infezione, guidati da segnali chimici chiamati chemiotattici.
  2. Fagocitosi: Una volta raggiunto il luogo dell’infezione, entrano in contatto con gli agenti estranei e li ingeriscono in un processo chiamato fagocitosi.
  3. Attività Microbicida: Dopo aver ingerito gli agenti patogeni, procedono a digerirli attraverso l’azione di enzimi contenuti nei loro granuli primari e secondari, uccidendoli nel processo.

Le Caratteristiche

I neutrofili possiedono alcune caratteristiche distintive che li rendono efficaci nella loro funzione:

  • Forma Segmentata del Nucleo: Il nucleo dei neutrofili ha una forma segmentata, con tre-cinque lobi collegati da sottili ponti di materiale nucleico. Questa caratteristica li rende noti come leucociti polimorfonucleati.
  • Attività Fagica: Hanno un’alta capacità di fagocitare e uccidere batteri. Durante la loro breve vita, che dura generalmente uno o due giorni, possono ingerire e distruggere da cinque a venti batteri.
  • Rilascio di Sostanze Chimiche: I neutrofili rilasciano sostanze chimiche, tra cui pirogeni (responsabili della febbre) e mediatori chimici della risposta infiammatoria.

Importanza dell’Analisi

L’analisi dei neutrofili è parte integrante dell’emocromo con formula leucocitaria, un esame di routine che aiuta a valutare lo stato di salute di un paziente. Questa analisi fornisce informazioni cruciali per la diagnosi e il monitoraggio di diverse condizioni e patologie, tra cui:

  • Infezioni: Le infezioni causate da batteri, virus, funghi o parassiti possono influenzare il numero e la funzione dei neutrofili.
  • Infiammazioni: L’infiammazione è spesso accompagnata da un aumento dei neutrofili nel sangue.
  • Allergie: Alcune reazioni allergiche possono influenzare i livelli di neutrofili.
  • Neoplasie: In alcuni casi, le neoplasie possono alterare la produzione e la sopravvivenza dei neutrofili.
  • Effetti dei Trattamenti: La valutazione è fondamentale per monitorare la risposta del paziente a vari trattamenti, specialmente quelli che possono influenzare i globuli bianchi.

Valori Normali dei Neutrofili

In condizioni normali, costituiscono tra il 40% e il 75% delle cellule nucleate nel sangue periferico. I valori considerati normali variano generalmente tra 1.500 e 7.000 cellule per millimetro cubo di sangue.

È importante notare che i range di riferimento per i neutrofili possono variare in base all’età, al sesso e alle metodologie di laboratorio utilizzate. Si consiglia quindi di fare riferimento ai valori riportati sul proprio referto e di consultare il proprio medico per una valutazione completa.

Neutrofilia e Neutropenia

La neutrofilia si verifica quando il numero nel sangue supera gli 8-9.000 cellule per millimetro cubo. Questo può essere dovuto a diverse condizioni, tra cui infezioni batteriche, necrosi tissutale, intossicazioni e interventi chirurgici.

La neutropenia, al contrario, è caratterizzata da un numero ridotto nel sangue. Le cause possono essere genetiche o acquisite, come malattie del sangue, carenze vitaminiche, esposizione a sostanze tossiche o l’uso di alcuni farmaci. Quando i neutrofili sono bassi, l’organismo diventa più suscettibile alle infezioni batteriche.

Come Si Misurano i Neutrofili

Per misurare i livelli, è sufficiente sottoporsi a un esame emocromocitometrico, comunemente chiamato emocromo, che include la formula leucocitaria. Durante questo esame, viene prelevato un campione di sangue da una vena del braccio.

È importante astenersi dal cibo e dalle bevande per almeno 8-10 ore prima del prelievo. Il conteggio dei neutrofili può essere effettuato automaticamente tramite contatori elettronici o tramite osservazione al microscopio ottico su un campione di sangue.

In conclusione, svolgono un ruolo cruciale nel sistema immunitario, proteggendo il nostro corpo dagli agenti patogeni. L’analisi dei neutrofili fornisce informazioni preziose per la diagnosi e il monitoraggio di varie condizioni mediche. Consultare il proprio medico è fondamentale per una valutazione accurata dei risultati e per gestire eventuali anomalie nei livelli di neutrofili.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Rispondi