Louis René Tulasne

Print Friendly, PDF & Email

Biografia

Louis René Tulasne (Figura 1), conosciuto anche come Edmond, nacque il 12 Settembre del 1815 ad Azay-le-Rideau, un paesino della regione Centre-Val de Loire.

La Francia stava attraversando un periodo storico di grande fermento dal punto di vista politico, sociale e culturale. In quell’anno, Napoleone Bonaparte fuggì dall’Isola d’Elba, ottenne di nuovo i pieni poteri a Parigi poco tempo dopo e conobbe il declino, con la sconfitta a Waterloo e il successivo definitivo esilio nel villaggio di Longwood, sull’isola di Sant’Elena.

In pieno Romanticismo, erano anche anni di grande attività artistica, che caratterizzeranno la Francia di tutto il XIX secolo. E come dimostrerà Tulasne, anche la scienza non sarà da meno.

Louis René Tulasne. Botanico e micologo francese.
Figura 1 – Louis René Tulasne (1815-1885). Fonte: Wikipedia

Come molti letterati, intraprese gli studi di legge, salvo poi dedicarsi alla botanica per cui nutriva una grande passione ed aveva un certo talento.

Partì per il Sud America, a seguito dell’esploratore e botanico francese Augustin de Saint-Hilaire, che da anni organizzava spedizioni in Brasile, per studiare e descrivere la flora locale.

Ben presto però, la sua attenzione virò verso il mondo dei funghi, dei quali scrisse diverse opere illustrate, aiutato dal fratello Charles, medico, molto abile nel rappresentare le immagini viste al microscopio.

Nel 1842 ottenne la nomina di naturalista aggiunto al museo di storia naturale di Parigi; successivamente, nel 1845, quella di membro dell’Accademia delle Scienze.

Si spense a Hyères, in Costa Azzurra, nel 1885, dopo una vita dedicata alla scienza e lasciando opere di grande importanza, impressionanti per cura e precisione.

Focus: Il Pleomorfismo

Tulasne e il fratello mostrarono alla comunità scientifica del tempo l’importanza dello studio basato sulla microscopia.

Proprio grazie a questa tecnica, Tulasne si accorse che i funghi studiati non appartenevano sempre a specie differenti. In realtà spesso si rivelavano essere la stessa specie che assumeva però delle forme differenti, a seconda del substrato in cui si trovavano a crescere.

Questa capacità di un organismo vivente di cambiare la propria morfologia, le proprie funzioni biologiche e anche le modalità di riproduzione in risposta a determinati fattori ambientali è detta pleomorfismo (dal greco pleo «più» e morfo, «forma»).

Naturalmente questa caratteristica ha importantissime conseguenze che vanno oltre una semplice natura descrittiva. Ad esempio, la possibilità di diversa espressione antigenica come risposta agli antibiotici, la capacità di invadere diversi tessuti in base alla forma o le diverse implicazioni in termini di evoluzione.

Contributo scientifico

Tulasne, insieme al fratello, diede una notevole spinta alla scienza del tempo sostenendo l’importanza di uno studio basato o quantomeno accompagnato dalla microscopia.

Come detto, fu tra i primi a pensare al pleomorfismo come caratteristica dei microrganismi in risposta all’ambiente circostante.

Inoltre, fu in grado di proporre uno dei primi manuali illustrati di micologia; di grande spessore i tre volumi di Selecta fungorum carpologia (Figura 2), che contengono descrizioni ed immagini di numerose specie di funghi. Decisive le abilità artistiche del fratello che ripropose molte illustrazioni di immagini viste al microscopio.

Nel 1853 riuscì a descrivere il complesso ciclo vitale del Claviceps purpurea.

Illustrazione di immagini al microscopio tratta da "Selecta fungorum carpologia".
Figura 2 – Illustrazione tratta dall’opera “Selecta Fungorum Carpologia” (1861). Fonte: historical.ha.com

Riconoscimenti

Portano il suo nome due diversi generi di funghi, Tulasnella e Tulasneina.

Fonti

Rispondi