Cosa Succede al Tuo Corpo Quando Diventi Vegano?

Sei interessato a scoprire cosa succedere al tuo corpo quando si prova a diventare vegani? Recentemente, un interessante studio pubblicato su una rivista del circuito Jama ha cercato di rispondere a questa domanda, confrontando la dieta vegana con quella onnivora. I partecipanti allo studio erano 22 coppie di gemelli, per un totale di 44 partecipanti.

Sebbene il numero di partecipanti possa sembrare limitato, la scelta di reclutare gemelli monozigoti aiuta a mitigare questa limitazione, poiché ogni gemello rappresenta un controllo di se stesso. I risultati dello studio sono stati in larga parte prevedibili, ma ciò è, in realtà, un aspetto importante poiché conferma quanto la letteratura scientifica precedente abbia già dimostrato.

Diventare Vegani: Lo Studio

I ricercatori, provenienti dall’Università di Stanford, hanno assegnato casualmente a ciascun gemello di ogni coppia una dieta onnivora o una dieta vegana. Le due diete sono state così definite:

  1. Dieta onnivora, che include alimenti sia di origine animale che vegetale.
  2. Dieta vegana, basata esclusivamente su alimenti di origine vegetale, escludendo carne, latte, uova, formaggi e altri prodotti animali.

Studi precedenti hanno suggerito che le diete vegane siano associate a miglioramenti nella salute cardiovascolare e a una riduzione del rischio di malattie cardiache e ictus, grazie all’aumentato consumo di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, noci e semi rispetto alle diete onnivore.

Tuttavia, in molti studi osservazionali, c’è stata la preoccupazione che i benefici per la salute associati alle diete vegane potrebbero essere dovuti non solo alla scelta alimentare, ma anche a uno stile di vita generale più sano, che include esercizio fisico regolare e astinenza dal fumo. Questo studio è stato progettato per affrontare questa preoccupazione.

I Principi di una Dieta Sana

Entrambi i gruppi di partecipanti hanno seguito principi dietetici sani, evitando alimenti altamente processati e facendo scelte alimentari basate su quattro pilastri:

  1. Scegliere alimenti minimamente trasformati.
  2. Costruire piatti bilanciati con verdure, carboidrati complessi, proteine e grassi sani.
  3. Varietà e rotazione costante dei cibi all’interno di ciascun gruppo alimentare.
  4. **Personalizzare le linee guida dietetiche per soddisfare le preferenze individuali ed esigenze.

Risultati dello Studio

Durante il periodo di studio di due mesi, i partecipanti ricevevano cibo a domicilio nel primo mese, con un piccolo percorso di educazione alimentare che spiegava razionalmente porzioni e scelte alimentari. Nel mese successivo, i partecipanti erano liberi di continuare autonomamente per altre quattro settimane.

Un risultato importante è emerso: i partecipanti assegnati alla dieta vegana hanno perso in media quasi 2 chili in due mesi, nonostante fossero autorizzati a mangiare fino a sentirsi sazi. Questo dimostra il potere saziante degli alimenti vegetali, che spinge naturalmente a consumare meno calorie. Anche il gruppo onnivoro ha consumato meno calorie rispetto al periodo precedente, ma la riduzione non è stata significativa.

Miglioramenti nei Marcatori di Salute

Ancora più significativo è stato il miglioramento di alcuni marcatori di salute nei partecipanti vegani. In particolare, il loro colesterolo LDL, la forma considerata dannosa per la salute cardiaca, è diminuito in media di quasi 14 punti rispetto ai partecipanti onnivori. Inoltre, i livelli di glicemia e insulina sono migliorati nella dieta vegana, anche se i trigliceridi sono aumentati, anche se partivano da livelli di base abbastanza bassi.

Conclusioni dello Studio per Diventare Vegani

In sintesi, questo studio conferma che una dieta vegana può offrire benefici significativi per la salute cardiovascolare rispetto a una dieta onnivora sana. Tuttavia, un aspetto chiave emerso è che l’esclusione completa di carne e latticini potrebbe non essere necessaria. È possibile ottenere benefici cardiovascolari significativi con una modesta riduzione degli alimenti di origine animale e dei latticini, accompagnata da un aumento degli alimenti vegetali sani rispetto alle tipiche diete occidentali.

L’importante è seguire un modello alimentare che sia adatto alle tue preferenze e alle tue esigenze individuali. Un approccio più flessibile, basato su una maggiore introduzione di alimenti vegetali e una minore quantità di alimenti di origine animale, può promuovere la tua salute e contribuire alla tutela dell’ambiente.

La Tua Scelta Personale

Se stai considerando una transizione verso una dieta vegana, è importante farlo gradualmente e in modo informato. Le scelte alimentari dovrebbero essere sostenibili nel lungo termine e adattate alle tue preferenze personali. L’equilibrio e la costanza sono fondamentali per mantenere uno stile di vita alimentare sano e sostenibile.

Inoltre, ricorda che la dieta vegana non deve essere rigidamente imposta. Puoi personalizzarla in base alle tue esigenze. L’importante è fare scelte consapevoli che siano in linea con i tuoi valori e obiettivi di salute a lungo termine.

Fonti

Foto dell'autore

Nazzareno Silvestri

Sono Nazzareno, scrivo da Messina. Il mio amore per la divulgazione scientifica nasce tanti anni fa, e si concretizza nel pieno delle sue energie oggi, per Microbiologia Italia. Ho diverse passioni: dalla scienza al fitness. Spero che il mio contributo possa essere significativo per ogni lettore e lettrice, tra una pausa e l'altra.

Rispondi