Benefici dell’Esercizio Fisico nel Tumore al Seno Metastatico

In questo articolo di Microbiologia Italia parleremo del ruolo dell’esercizio Fisico nel Tumore al Seno Metastatico. L’esercizio fisico ha dimostrato di avere un impatto significativo sulla qualità della vita delle pazienti affette da tumore al seno metastatico. Uno studio chiamato PREFERABLE-EFFECT ha coinvolto 357 donne con carcinoma mammario metastatico, offrendo loro un programma strutturato di esercizio fisico della durata di nove mesi. I risultati di questa ricerca, presentati durante il congresso americano San Antonio Breast Cancer Symposium, hanno sottolineato i notevoli benefici dell’attività fisica per le donne affette da questa malattia.

Gli Effetti dell’Esercizio Fisico sulle Pazienti

Le partecipanti allo studio sono state divise in due gruppi. Entrambi i gruppi hanno ricevuto suggerimenti sull’attività fisica da svolgere e un programma da seguire. Tuttavia, una metà delle pazienti ha svolto due lezioni settimanali di esercizio fisico supervisionate da specialisti per l’intera durata dello studio.

Dopo tre, sei e nove mesi, entrambi i gruppi hanno risposto a questionari sulla qualità di vita, che includevano aspetti fisici, mentali, emozionali e finanziari. Le partecipanti che avevano seguito regolarmente le lezioni di esercizio fisico hanno ottenuto punteggi significativamente migliori in tutti questi aspetti rispetto al gruppo di controllo.

In particolare, l’attività fisica regolare ha portato a:

  1. Una diminuzione del dolore e del fiato corto.
  2. Un miglioramento della resistenza fisica.
  3. Una vita sociale più attiva.
  4. Una riduzione significativa della stanchezza (fatigue), uno degli effetti collaterali più debilitanti delle terapie oncologiche.

Combattere la Fatigue con l’Esercizio Fisico

La fatigue è una condizione complessa che porta a una diminuzione dell’energia fisica, delle capacità mentali e può avere riflessi negativi anche sullo stato psicologico delle pazienti oncologiche. Spesso questa condizione viene sottovalutata poiché considerata inevitabile nella vita di un paziente con il cancro. Tuttavia, lo studio PREFERABLE-EFFECT dimostra che l’attività fisica regolare può contribuire in modo significativo a mitigare questa condizione.

Saverio Cinieri, presidente di Fondazione Aiom (Associazione Italiana di Oncologia Medica), ha sottolineato l’importanza di affrontare la fatigue e ha affermato che ci sono azioni concrete, come l’attività fisica e il supporto psicologico, che possono aiutare a gestirla in modo efficace.

Impatto Positivo dell’Esercizio Fisico sul Cancro al Seno

Questo studio si inserisce in una serie di ricerche che hanno dimostrato l’importanza dell’attività fisica nella prevenzione e nel trattamento di varie forme di cancro. L’attività fisica regolare non solo può aiutare a prevenire il cancro, ma può anche contribuire a guarire più rapidamente e a ridurre il rischio di recidive. Inoltre, migliora la qualità della vita durante e dopo le terapie.

In Italia, circa 52.000 persone vivono con il tumore al seno metastatico, un numero in costante aumento. È fondamentale che questi pazienti siano supportati da un team multidisciplinare in modo da garantire loro una cura completa e di alta qualità, affinché il tempo a loro disposizione sia sia più lungo che di buona qualità.

Conclusioni

Lo studio PREFERABLE-EFFECT ha confermato i benefici dell’attività fisica per le pazienti con tumore al seno metastatico. Questi risultati sono un ulteriore motivo per promuovere e sottolineare l’importanza dell’esercizio fisico nella gestione del cancro al seno, fornendo alle pazienti un’opzione concreta per migliorare la loro qualità di vita e combattere la fatigue.

L’attività fisica dovrebbe essere considerata un elemento integrante del percorso di cura oncologica e dovrebbe essere incoraggiata e supportata dai medici e dagli operatori sanitari. La ricerca continua a dimostrare che uno stile di vita attivo può fare la differenza nella vita delle pazienti affette da questa malattia.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Rispondi