Gli Effetti dei PFAS sullo Sviluppo del Cancro al Colon

Nel vasto panorama delle sostanze chimiche industriali, i Perfluoroalchilici (PFAS) o acidi perfluoroacrilici sono emersi come un tema di preoccupazione crescente. Questi composti chimici, noti per la loro straordinaria stabilità termica e resistenza alla degradazione, sono ampiamente diffusi nell’ambiente e hanno trovato impiego in molteplici settori industriali, dall’industria cosmetica alla produzione di utensili da cucina, dal packaging alimentare all’abbigliamento sportivo e molto altro ancora. Tuttavia, una nuova ricerca solleva preoccupazioni ancora più gravi riguardo ai PFAS, suggerendo che potrebbero accelerare la progressione del cancro al colon.

La Diffusione Inarrestabile dei PFAS

I PFAS sono diventati una presenza indelebile nel nostro ambiente, in parte grazie alla loro eccezionale stabilità chimica. Questa caratteristica li rende resistenti alla maggior parte dei processi di degradazione e li mantiene persistenti nell’ecosistema. La diffusione di queste sostanze si estende in molteplici settori:

  • Cosmesi: I PFAS sono utilizzati in prodotti cosmetici come creme idratanti e trucchi resistenti all’acqua.
  • Utensili da cucina: Rivestimenti antiaderenti contenenti PFAS sono comuni in padelle e pentole.
  • Imballaggi alimentari: Molti cartoni per alimenti sono trattati con PFAS per migliorare la loro impermeabilità.
  • Abbigliamento tecnico: Gli indumenti per sport all’aperto spesso incorporano tessuti trattati con PFAS per renderli resistenti all’acqua e alle macchie.
  • Vernici e pesticidi: I PFAS sono presenti in vernici e pesticidi industriali.
  • Farmaci e schiume antincendio: Troviamo queste sostanze anche in farmaci e schiume antincendio utilizzate in situazioni di emergenza, come negli interventi dei vigili del fuoco.

Quest’ultimo impiego fa sì che una particolare categoria di lavoratori, i pompieri, sia più esposta ai PFAS rispetto alla popolazione generale, a causa della frequente esposizione ai ritardanti di fiamma. Ecco perché un recente studio condotto dall’Università di Yale ha destato notevole interesse, poiché ha esaminato gli effetti dei PFAS sul cancro al colon, una patologia alla quale i pompieri sembrano essere più suscettibili rispetto alla popolazione generale.

I PFAS e i Loro Effetti sui Tumori Preesistenti

La prolungata esposizione ai PFAS, ormai ubiquitari nell’ambiente, è stata associata a effetti negativi sul sistema endocrino e all’insorgenza di alcuni tipi di cancro. In particolare, i pompieri sembrano essere più inclini a sviluppare alcuni tumori, tra cui il cancro del colon-retto. Lo studio più recente, pubblicato sulla rivista scientifica “Environmental Science & Technology,” ha esaminato la risposta delle cellule di cancro al colon all’esposizione ai PFAS.

Nel corso dello studio, le cellule di cancro al colon sono state organizzate in “palline” tridimensionali chiamate sferoidi. Questi sferoidi includevano cellule con una mutazione comune del gene KRAS, associata a una forma più aggressiva di cancro al colon. Le cellule sono state quindi esposte a due dei PFAS più comuni: il PFOA (acido perfluoroottanoico) e il PFOS (perfluorottanosulfonato). Va notato che il PFOA è stato recentemente classificato come cancerogeno dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), mentre il PFOS è considerato possibile cancerogeno.

Effetti Preoccupanti sui Movimenti delle Cellule e sul Metabolismo

I risultati dello studio sono stati sorprendenti. Le sostanze PFAS hanno innescato la migrazione delle cellule cancerose verso nuove posizioni, un comportamento tipico delle cellule responsabili delle metastasi. Inoltre, i ricercatori hanno osservato che i PFAS hanno alterato sostanze cruciali per il metabolismo cellulare e hanno ridotto le sostanze antinfiammatorie che normalmente hanno proprietà protettive contro il cancro. Queste trasformazioni sono risultate particolarmente profonde nelle cellule affette dalla mutazione che rende il cancro più aggressivo.

Conclusioni e Considerazioni dei PFAS e del Cancro al Colon

Sebbene gli studi in colture cellulari non siano sempre confermati da successivi test clinici, questa ricerca suggerisce un nuovo e poco conosciuto effetto deleterio dei PFAS, che dovrebbe essere preso molto seriamente. Inoltre, questi risultati invitano a prestare particolare attenzione alle categorie professionali a rischio, come i pompieri, e a considerare misure preventive. Il crescente interesse per i PFAS e i loro potenziali effetti sulla salute umana richiede ulteriori ricerche e un approfondimento della comprensione dei rischi associati a queste sostanze chimiche persistenti nell’ambiente.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

1 commento su “Gli Effetti dei PFAS sullo Sviluppo del Cancro al Colon”

Rispondi