Affrontare la Dipendenza: Come Ottenere Aiuto e Guarire

Oggi parliamo di un tema importante: Affrontare la Dipendenza, un vortice che risucchia. E nessuno si salva da solo.

Quando la ricerca della sostanza o del comportamento diventa incontrollabile, si ripete incessantemente e occupa buona parte dello spazio mentale, sottraendo tempo e impegno verso il lavoro, la famiglia, gli amici e gli hobby, nonostante la persona sia consapevole della nocività di quel consumo o di quell’attività, bisogna chiedere aiuto ai Servizi di cura dedicati sul territorio. Purtroppo, riusciamo a curare solo la punta dell’iceberg. È molto difficile intercettare chi potrebbe beneficiare del servizio. Pesa ancora lo stigma di essere additato come tossicodipendente. Ma è importante far capire che la dipendenza da droga, alcol, gioco d’azzardo, internet, che oggi riguarda trasversalmente tutta la popolazione, di qualsiasi stato economico, sociale e culturale, e non solo gli emarginati, è un problema di salute come qualsiasi altro.

Come Accedere ai Servizi di Cura per Affrontare la Dipendenza

Ai Servizi per le dipendenze patologiche, conosciuti con l’acronimo Serd (o Sert, se mantengono la vecchia attribuzione di «Servizi per le tossicodipendenze»), si accede direttamente, cioè senza l’impegnativa del medico, senza lista di attesa. Nel giro di 48-72 ore viene fissato il primo incontro, in modo totalmente gratuito, da lunedì a venerdì. La persona può richiedere l’anonimato. L’equipe è multidisciplinare ed è formata da psichiatra, tossicologo, psicoterapeuta, educatore, assistente sociale e infermiere. Le dipendenze trattate includono quelle da sostanze illegali, psicofarmaci, alcol, gioco d’azzardo, incluso quello online. Esistono anche i centri antifumo per smettere di fumare, che possono afferire ai Serd o ad altre strutture sanitarie.

Il Percorso di Cura per Affrontare la Dipendenza

C’è chi sceglie di farsi seguire da un professionista privato, psicoterapeuta o psichiatra, sottovalutando che il problema è complesso e va affrontato su più fronti, sanitario, psicologico e sociale, e il lavoro di un’equipe è necessario per una presa in carico globale, dalla diagnosi al reinserimento socio-lavorativo. Il percorso inizia con un colloquio di accoglienza per inquadrare la situazione, seguito dalla visita medica e vari test diagnostici. Si definisce quindi un progetto terapeutico riabilitativo individuale con i bisogni di cura e di assistenza.

Trattamenti Offerti

A livello ambulatoriale, vengono offerti trattamenti farmacologici per controllare i sintomi di astinenza, psicofarmaci, percorsi di psicoterapia individuale e di gruppo, percorsi di psicoeducazione rivolti anche ai familiari, e gruppi di mutuo aiuto. Se è necessaria una riabilitazione più intensiva, la persona viene indirizzata a un centro diurno che propone interventi di psicoterapia, supporto alle relazioni familiari, attività ricreative, formazione lavorativa e arteterapia. L’intervento sanitario può essere integrato con l’aiuto sociale, anche in collaborazione con il terzo settore.

Il Budget di Salute

A sostegno del piano terapeutico individuale si può utilizzare il “budget di salute”, uno strumento che integra le risorse del servizio sanitario con quelle dei servizi sociali e quelle dell’utente o della sua famiglia, per costruire un progetto personalizzato di rafforzamento dell’autonomia personale, che prevede il reinserimento nella vita di relazioni e nel lavoro, attraverso il coinvolgimento di associazioni e imprese del territorio.

Risultati del Trattamento

Circa un terzo degli assistiti smette e recupera il controllo di sé, tornando ad avere una vita normale; la metà gode di remissioni prolungate, ha una vita discreta ma ogni tanto ricade; e un 20% cronicizza la dipendenza ma riduce il consumo o il gioco. Il percorso al Serd in media dura 5-7 anni per chi usa sostanze, 3 anni per uscire dal gioco d’azzardo e circa uno dall’alcol.

Chi Chiede Aiuto

Nel 2022, le persone tossicodipendenti assistite dai Serd sono state 127.365, e il 14% erano nuovi utenti. La maggior parte (l’85,5%) è di sesso maschile, e gli under 25 rappresentano circa il 6% del totale (ma corrispondono a quasi il 20% tra i nuovi ingressi). Le attività dei Serd includono iniziative di prevenzione contro le dipendenze, in scuole, incroci delle strade di spaccio, giardini pubblici, stazioni, locali notturni. Gli operatori cercano di agganciare il sommerso, che altrimenti non si rivolgerebbe al Serd.

Conclusioni

La dipendenza può colpire chiunque, indipendentemente dallo stato sociale ed economico. È un problema di salute serio, ma esistono servizi di cura dedicati che offrono assistenza gratuita e anonima. Non aspettare, chiedi aiuto oggi e inizia il tuo percorso verso una vita libera dalla dipendenza.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento