L’Esercizio Fisico Intenso Potrebbe Non Prolungare la Vita

Lo sapevi che secondo un recente studio l’esercizio fisico intenso potrebbe non essere positivo per il prolungamento della propria vita? L’esercizio fisico è spesso considerato uno dei pilastri per vivere una vita più lunga e sana. Tuttavia, una ricerca condotta dall’Università di Jyvaskyla in Finlandia ha scoperto che l’intensificazione eccessiva dell’attività fisica potrebbe non portare ai risultati desiderati. Questo articolo esplorerà dettagliatamente lo studio condotto dai ricercatori finlandesi e i suoi risultati sorprendenti.

Lo Studio

Nel periodo compreso tra il 1975 e il 2020, i ricercatori hanno monitorato attentamente oltre 11.000 coppie di gemelli. Questi avevano inizialmente un’età compresa tra i 18 e i 50 anni. Questo studio ha coinvolto la compilazione di questionari dettagliati per suddividere i partecipanti in quattro gruppi: sedentari, moderatamente attivi, attivi e molto attivi. Inoltre, sono stati prelevati campioni di sangue per valutare l’invecchiamento biologico nel corso del tempo. Per calcolare l’età biologica, sono state esaminate le alterazioni del DNA che riflettono fattori influenti sulla longevità. Tra questi c’erano i geni, le abitudini alimentari e l’esercizio fisico.

I risultati hanno rivelato che coloro che erano moderatamente attivi, attivi o molto attivi avevano una diminuzione significativa, compresa tra il 15% e il 23%, delle probabilità di morire durante il periodo di 45 anni di studio rispetto al gruppo dei sedentari. Tuttavia, quando sono stati considerati parametri aggiuntivi come l’indice di massa corporea, l’abitudine al fumo e il consumo di alcol, il beneficio si è ridotto al 7%. In altre parole, c’era solo un modesto calo dei decessi tra il gruppo più attivo rispetto a quello sedentario. Non c’era alcun ulteriore vantaggio derivante dai livelli più elevati di esercizio fisico.

Curiosamente, sia il gruppo di persone meno attive che quello più attivo avevano un’età biologica più avanzata rispetto ai partecipanti moderatamente attivi. Questo suggerisce che l’eccesso di esercizio fisico può accelerare l’invecchiamento biologico.

L’Opinione degli Esperti

Il professor Rolando Bolognino, biologo nutrizionista esperto in oncologia e prevenzione, fornisce un’analisi interessante su questi risultati. Egli sottolinea che l’eccesso di esercizio fisico può essere pericoloso o addirittura controproducente, causando il sovrallenamento. Questa condizione può portare a una serie di problemi, tra cui un aumento dei livelli di cortisolo, perdita di peso, indolenzimento muscolare cronico, abbassamento delle difese immunitarie e persino apatia e depressione.

Inoltre, il professor Bolognino mette in evidenza come l’eccessivo affaticamento causato dall’eccessiva attività fisica possa essere accentuato da abitudini nocive come il fumo e il consumo di alcol. Il fumo riduce la capacità polmonare e la forza muscolare, mentre l’alcol impoverisce le riserve di glicogeno muscolare, influenzando negativamente le prestazioni sportive.

La Dose Giusta di Esercizio Fisico

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), le raccomandazioni per gli adulti sono di almeno 150 minuti di attività fisica moderata o vigorosa alla settimana. Tuttavia, è fondamentale ascoltare il proprio corpo e adottare alcune precauzioni per evitare un eccessivo affaticamento. Queste precauzioni includono un riposo adeguato, la pianificazione delle sessioni di allenamento, il rispetto dei propri limiti fisici e uno stile di vita equilibrato che comprenda una dieta sana e il controllo dello stress.

Conclusione sull’Esercizio Fisico Intenso e qualità della vita

In conclusione, l’eccesso di esercizio fisico potrebbe non portare ai benefici sperati sulla longevità e la salute se non è associato a uno stile di vita sano. Trovare un equilibrio tra l’attività fisica e altri aspetti della vita quotidiana, come il sonno, la dieta e le relazioni sociali, sembra essere la scelta giusta!

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e sono il creatore di Microbiologia Italia. Mi sono laureato a Messina in Biologia con il massimo dei voti ed attualmente lavoro come microbiologo in un laboratorio scientifico. Amo scrivere articoli inerenti alla salute, medicina, scienza, nutrizione e tanto altro.

Lascia un commento