Orecchie tappate dopo il bagno in piscina: cosa succede?

Quante volte ti è capitato di uscire dalla piscina con una fastidiosa sensazione di orecchie tappate? Se hai esperienza con il nuoto o le immersioni, è probabile che tu abbia sperimentato questa sensazione almeno una volta. Ma perché succede? E cosa puoi fare per prevenire il disagio delle orecchie tappate dopo il bagno in piscina?

In questo articolo, esploreremo le cause delle orecchie tappate dopo il bagno in piscina e forniremo utili consigli su come affrontare questo problema comune. Scoprirai anche alcune misure preventive che possono aiutarti a ridurre la probabilità di avere le orecchie tappate dopo aver trascorso del tempo in acqua.

Orecchie tappate dopo il bagno in piscina: le cause

Le orecchie tappate dopo il bagno in piscina sono spesso il risultato di una condizione chiamata otite esterna, o infezione dell’orecchio esterno. L’otite esterna può essere causata da diversi fattori, tra cui:

  1. Presenza di acqua nell’orecchio: Quando immergiamo la testa in acqua, specialmente se questa è contaminata o non pulita correttamente, l’acqua può entrare nel condotto uditivo esterno. L’acqua intrappolata crea un ambiente umido e caldo che favorisce la crescita di batteri o funghi, causando irritazione e infiammazione.
  2. Manipolazione eccessiva: L’uso di oggetti come cotton fioc, cerotti per le orecchie o altri strumenti per pulire le orecchie può danneggiare la delicata pelle del condotto uditivo. Questo può aumentare il rischio di infezioni e di ostruzione dell’orecchio.
  3. Alterazione del pH dell’orecchio: L’acqua della piscina può avere un pH diverso rispetto a quello dell’orecchio, causando un cambiamento nell’equilibrio acido-base all’interno del condotto uditivo. Questa alterazione può irritare la pelle e causare la sensazione di orecchie tappate.

Come prevenire le orecchie tappate dopo il bagno in piscina

Fortunatamente, ci sono misure preventive che puoi adottare per ridurre la probabilità di avere le orecchie tappate dopo il bagno in piscina. Ecco alcuni consigli utili:

  • Utilizza tappi per le orecchie: L’utilizzo di tappi per le orecchie può aiutare a prevenire l’ingresso di acqua nel condotto uditivo esterno. Esistono tappi specifici per il nuoto che sono progettati per adattarsi comodamente all’orecchio e impedire l’ingresso di acqua.
  • Mantieni la pulizia dell’acqua: Assicurati che l’acqua della piscina sia correttamente trattata e pulita. Le sostanze chimiche utilizzate per mantenere l’equilibrio del pH e per disinfettare l’acqua possono aiutare a ridurre il rischio di infezioni dell’orecchio.
  • Asciuga bene le orecchie: Dopo il bagno in piscina, è importante asciugare delicatamente le orecchie utilizzando un asciugamano pulito o una salvietta morbida. Evita di infilare oggetti all’interno del condotto uditivo, poiché potresti danneggiare la pelle o spingere l’acqua più in profondità.

Cosa fare se hai le orecchie tappate

Se nonostante le precauzioni le tue orecchie risultano tappate dopo il bagno in piscina, ecco alcune azioni che puoi intraprendere per alleviare il disagio:

  • Scuoti delicatamente la testa: Piega la testa lateralmente e scuotila delicatamente da un lato all’altro per aiutare a rimuovere l’acqua dall’orecchio. Tieni presente che questa azione può essere efficace solo se l’acqua non è ancora penetrata troppo in profondità.
  • Utilizza gocce auricolari: Puoi trovare in commercio delle gocce specifiche per l’orecchio che possono aiutare a rompere il cerume e facilitare il drenaggio dell’acqua. Segui attentamente le istruzioni sulla confezione o consulta il tuo medico per consigli specifici.
  • Rivolgiti a un professionista: Se il disagio persiste o se noti sintomi come dolore, prurito o secrezioni dalle orecchie, è consigliabile consultare un medico o un otorinolaringoiatra. Questi professionisti saranno in grado di valutare la situazione e prescrivere un trattamento appropriato se necessario.

Conclusione

Le orecchie tappate dopo il bagno in piscina sono un fastidio comune che può essere evitato con alcune precauzioni. Utilizzando tappi per le orecchie, mantenendo la pulizia dell’acqua e asciugando bene le orecchie, puoi ridurre il rischio di infezioni e di sensazione di orecchie tappate. Sebbene siano disponibili rimedi casalinghi per alleviare il disagio, è importante consultare un professionista se i sintomi persistono o peggiorano.

Ricorda, la prevenzione è sempre la migliore cura! Segui le linee guida sopra indicate e goditi il tuo tempo in piscina senza il fastidio delle orecchie tappate.

Fonti

  1. Mayo Clinic. (2021). Swimmer’s Ear. Retrieved from https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/swimmers-ear/symptoms-causes/syc-20351682
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento