Proteine vegetali per un sonno più profondo: la scoperta

Dormire meglio? La soluzione potrebbe essere nel tuo piatto: proteine vegetali per un sonno riposante

Mangiare in modo sano ed equilibrato è fondamentale per il benessere generale, e ciò include anche l’aspetto del sonno e del riposo notturno. Spesso si sente dire che dovremmo fare una “colazione da re, un pranzo da principi e una cena da poveri”, evitando pasti abbondanti e pesanti la sera e privilegiando alimenti leggeri. Tuttavia, quando si tratta di selezionare il cibo migliore da consumare prima di andare a dormire per favorire il sonno, le opinioni degli esperti possono variare. Recentemente, un nuovo studio condotto da ricercatori americani ha suggerito un’interessante scoperta: una cena a base di proteine vegetali potrebbe favorire un sonno più profondo.

Proteine vegetali sonno
Figura 1 – La soluzione definitiva per dormire meglio potrebbe essere nel tuo piatto: proteine vegetali per un sonno riposante

Lo studio dei ricercatori americani sulla proteina CCHa1

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Cell” da ricercatori della Harvard Medical School, la qualità del sonno profondo potrebbe essere influenzata da una proteina chiamata CCHa1. Questa viene sintetizzata dalle cellule del cervello e dell’intestino. I ricercatori hanno condotto le loro indagini utilizzando moscerini della frutta come modelli di studio. Hanno osservato che la presenza o l’assenza della proteina CCHa1 influiva significativamente sulla qualità del sonno degli insetti.

Per testare la relazione tra la CCHa1 e il sonno, i ricercatori hanno bloccato la produzione di questa proteina nell’intestino di alcune mosche, mentre in altre l’hanno moltiplicata. Successivamente, hanno sottoposto entrambi i gruppi di moscerini a vibrazioni durante il sonno e hanno analizzato la loro risposta. È emerso che le mosche senza la proteina CCHa1 manifestavano un sonno più leggero, svegliandosi facilmente anche a vibrazioni molto lievi. Al contrario, i moscerini nei quali la proteina CCHa1 era stata moltiplicata mostravano un sonno più profondo, richiedendo vibrazioni molto più forti per svegliarsi.

L’importanza dell’alimentazione nella sintesi della proteina CCHa1

Una delle interessanti implicazioni dello studio è che la produzione della proteina CCHa1 può essere influenzata dall’alimentazione, in particolare dall’assunzione di proteine. I ricercatori hanno scoperto che l’apporto proteico nella dieta può condizionare la sintesi della proteina CCHa1 nell’intestino, e ciò potrebbe avere un impatto sulla qualità del sonno profondo.

È importante sottolineare che consumare troppe proteine ​​animali o alimenti ricchi di grassi potrebbe interferire con il sonno. I cibi ad alto contenuto di grassi richiedono un maggiore sforzo per essere digeriti e possono causare disturbi durante la notte. Pertanto, per ottenere i benefici di un sonno più profondo, sarebbe preferibile puntare su proteine vegetali, che possono essere trovate in vari alimenti, come legumi (come piselli, ceci, fagioli, soia, fave), semi oleosi (quali noci, nocciole, mandorle) e cereali (frumento, riso, avena, quinoa). Inoltre, le uova sono un’ottima fonte di proteine.

Conclusione

In conclusione, secondo uno studio recente condotto da ricercatori americani, la proteina CCHa1 sintetizzata dalle cellule del cervello e dell’intestino potrebbe influenzare la qualità del sonno profondo. La buona notizia è che la produzione di questa proteina può essere influenzata dall’alimentazione, in particolare dall’assunzione di proteine. Tuttavia, è importante fare attenzione a non consumare eccessive quantità di carne o cibi ad alto contenuto di grassi, poiché potrebbero interferire con il sonno. Invece, si consiglia di puntare su proteine vegetali come legumi, semi oleosi, cereali e uova.

Ti consigliamo: NOVANIGHT Tripla Azione Sonno Rigenerante, Integratore Alimentare con Melissa e Melatonina per Dormire

Fonti

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento