Svenimenti: La Connessione Genetica tra Cuore e Cervello

Lo sapevi che riguardo l’argomento degli svenimenti esiste una reale connessione genetica tra cuore e cervello? Circa il 40% delle persone ha sperimentato almeno una volta nella vita un episodio di sincope, comunemente nota come svenimento. Questa breve perdita di coscienza può essere scatenata da vari fattori, tra cui dolore, paura, calore, o iperventilazione, ed è una causa frequente di visite al pronto soccorso. Tuttavia, i meccanismi alla base di questi episodi non sono completamente compresi. Recentemente, uno studio pubblicato su Nature ha gettato nuova luce su questa questione, identificando una connessione genetica tra cuore e cervello associata agli svenimenti.

svenimenti Connessione Genetica tra Cuore e Cervello

Il Team di Ricercatori

Lo studio è stato condotto da un team guidato dal dottor Vineet Augustine dell’Università della California di San Diego, in collaborazione con colleghi dello Scripps Research Institute. Il loro obiettivo era indagare i meccanismi neurali che legano il cuore e il cervello nei casi di sincope.

Le Sincopi e la Loro Frequenza

Come accennato in precedenza, le sincopi, o svenimenti, sono eventi comuni che coinvolgono la perdita temporanea di coscienza. Si stima che quasi il 40% delle persone sperimenti almeno un episodio di sincope nel corso della loro vita. Questi episodi possono verificarsi in risposta a stimoli diversi, ma le ragioni precise per cui accadono non sono completamente chiare.

Il Ruolo del Riflesso Cardiaco Bezold-Jarisch (BJR)

Nel corso dello studio, i ricercatori hanno focalizzato la loro attenzione su un riflesso cardiaco noto come Bezold-Jarisch (BJR), descritto per la prima volta nel lontano 1867. Questo riflesso è coinvolto nella regolazione delle risposte cardiovascolari e può essere associato agli episodi di sincope.

La Genetica dei Gangli Nodosi

Il team di ricerca ha analizzato la genetica dei gangli nodosi, che fanno parte dei nervi vaghi che trasportano segnali tra il cervello e gli organi viscerali, compreso il cuore. In particolare, hanno studiato i neuroni sensoriali vagali (VSN) che proiettano segnali al tronco encefalico e sono stati collegati al riflesso BJR e agli svenimenti.

Il Ruolo del Recettore NPY2R

Uno dei risultati più interessanti dello studio è stato l’identificazione di una connessione tra il recettore del neuropeptide Y Y2 (NPY2R) e il riflesso BJR. I ricercatori hanno scoperto che i VSN che esprimono questo recettore sono strettamente collegati al riflesso cardiaco. Attraverso esperimenti condotti su animali da laboratorio, è stato dimostrato che l’attivazione dei recettori NPY2R nei nervi VSN portava a episodi di svenimento istantanei. Durante questi episodi, sono state osservate caratteristiche tipiche dello svenimento, come la rapida dilatazione della pupilla e l’alzare degli occhi al cielo. Inoltre, sono state registrate variazioni nella frequenza cardiaca, nella pressione sanguigna e nella frequenza respiratoria.

Conclusioni

Questo studio rappresenta un passo significativo nella comprensione dei meccanismi alla base degli episodi di svenimento. Dimostra chiaramente che esiste una connessione genetica tra il cuore e il cervello che può scatenare questi episodi. La scoperta del ruolo chiave del recettore NPY2R nei nervi VSN apre nuove vie di ricerca per la prevenzione e il trattamento delle sincopi. La connessione tra il cuore e il cervello è più intricata di quanto si pensasse, e questo studio getta nuova luce su una delle questioni mediche più comuni ma ancora misteriose.

Microbiologia Italia consiglia i seguenti prodotti:

  1. IntegratoriLink
  2. Sport e FitnessLink
  3. Salute e BenessereLink
  4. Cronache MicrobicheLink
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento