Sconfiggere il Cancro Tiroideo Papillare: La Storia di Zach

La pandemia da COVID-19 ha posto sfide uniche per i pazienti che cercano cure mediche essenziali. Questa è la storia di Zach, un ragazzo di 14 anni affetto da cancro tiroideo papillare, e del suo straordinario viaggio attraverso il paese per ricevere cure presso il Children’s Hospital of Philadelphia (CHOP). In questo articolo, esploreremo la sua incredibile storia e come la sua famiglia abbia affrontato la pandemia per garantire le migliori cure possibili per Zach.

La Storia di Zach
Figura 1 – Illuminare il Cammino: Zach e la Sua Esperienza con il Cancro Tiroideo

Il Viaggio Inaspettato: la storia di Zach

Quando il controllo tiroideo semestrale di Zach è coinciso con l’apice della pandemia da COVID-19, la sua famiglia si è trovata di fronte a una decisione difficile. Il dottor Andrew Bauer, Direttore Medico del Centro Tiroideo Pediatrico del CHOP, ha suggerito di effettuare una scansione tiroidea aggiornata presso l’ospedale locale in California e inviarla al CHOP per valutazione. Tuttavia, la famiglia di Zach desiderava incontrare il dottor Bauer di persona.

“Abbiamo scherzosamente proposto di noleggiare un RV e fare un viaggio su strada fino a Philadelphia,” racconta la mamma di Zach, Janis. “Ma Jon, suo padre, ha preso questa idea molto seriamente.”

Temi di sicurezza legati al volo e all’esposizione al COVID-19 hanno portato la famiglia a considerare l’opzione di noleggiare un RV per un viaggio attraverso il paese. Hanno rapidamente scoperto che l’opzione del viaggio su strada, che avrebbe attraversato 19 stati in 20 giorni, sarebbe stata troppo costosa. Così, hanno deciso di acquistare un RV per rendere questa avventura possibile.

Una Storia di Lotta Contro il Cancro Tiroideo

La motivazione principale di questo viaggio verso il CHOP era il desiderio di ricevere cure mediche di alta qualità per Zach. Nel 2018, all’età di soli 11 anni, Zach era stato diagnosticato con il cancro tiroideo papillare, e aveva subito l’asportazione della tiroide presso un ospedale locale in California. Durante il suo percorso di cura iniziale, i medici in California avevano consultato gli esperti del Centro Tiroideo Pediatrico del CHOP. Quando è arrivato il momento per Zach di ricevere il trattamento con iodio radioattivo, una procedura che distrugge le cellule tumorali residue, i genitori di Zach hanno deciso di cercare consulenza direttamente presso il CHOP.

Cure di Livello Mondiale

Durante la loro visita iniziale al CHOP, il dottor Bauer ha scoperto che Zach aveva dei linfonodi cancerosi aggiuntivi che non erano stati rimossi durante la prima operazione. Fortunatamente, il team del Centro Tiroideo ha determinato che questi linfonodi potevano essere rimossi tramite una procedura minimamente invasiva. Anche se Zach avrebbe ancora avuto bisogno del trattamento con iodio radioattivo, la famiglia sapeva di essere in mani competenti.

L’intero team del Centro Tiroideo collaborava regolarmente per garantire la migliore assistenza possibile ai pazienti. Questo approccio multidisciplinare comprendeva endocrinologi di fama mondiale, chirurghi, radiologi interventisti e molti altri professionisti. La famiglia di Zach ha apprezzato questa cura personalizzata.

La Speranza per il Futuro

Nelle visite di follow-up, il dottor Bauer ha scoperto un altro linfonodo canceroso, così piccolo da poter essere trattato con un’iniezione percutanea di alcol etilico. Questa procedura ha permesso a Zach di evitare un ulteriore intervento chirurgico, dimostrando l’innovazione tecnologica di punta che il CHOP offre ai suoi pazienti.

Nella sua visita più recente, una ecografia al collo ha confermato che il linfonodo canceroso sta diminuendo di dimensioni e riceve meno flusso sanguigno, segnalando la possibilità che il linfonodo possa regredire completamente.

Conclusioni

Il viaggio di Zach attraverso la sua battaglia contro il cancro tiroideo papillare è stato straordinario. La sua esperienza presso il CHOP e la cura dedicata del dottor Bauer hanno fatto una profonda impressione su di lui. Tanto che ora sta considerando una carriera futura in endocrinologia per fare una differenza nella vita delle persone, proprio come il CHOP ha fatto per lui.

Fonti

Foto dell'autore

Nazzareno Silvestri

Sono Nazzareno, scrivo da Messina. Il mio amore per la divulgazione scientifica nasce tanti anni fa, e si concretizza nel pieno delle sue energie oggi, per Microbiologia Italia. Ho diverse passioni: dalla scienza al fitness. Spero che il mio contributo possa essere significativo per ogni lettore e lettrice, tra una pausa e l'altra.

Rispondi