R2A Agar

Leica Picture

Perchè si usa?

L’R2A agar è un terreno agarizzato con proprietà nutritive ridotte (concentrazione bassa di peptoni) e viene utilizzato principalmente per la crescita di batteri eterotrofi nelle acque potabili trattate. Il terreno è raccomandato dalla farmacopea europea (european pharmacopoeia) per la conta microbica totale attraverso l’utilizzo delle membrane filtranti. L’utilizzo del terreno in oggetto si basa sul principio per il quale molti microorganismi batterici vivono in ambienti idrici con limitate quantità di sostanze nutritive ed a temperature vicine a quella ambiente e, pertanto, si coltivano meglio su terreni colturali con basse concentrazioni di peptoni a temperatura ambiente.

Composizione

Estratto di lievito 0.50 g/L
roteose Peptone 0.50 g/L
Idrolizzato acido di caseina 0.50 g/L
Glucosio 0.50 g/L
Amido solubile 0.50 g/L
Di potassio fosfato 0.30 g/L
Sodio piruvato 0.30 g/L
Agar 14.0 g/L
Magnesio solfato anidro 24.0 mg
pH finale 7.2 ± 0.2 a 25 ºC

Preparazione del terreno in polvere

  • Sospendere 17,12 g di polvere in 1000 ml di acqua distillata fredda;
  • Portare ad ebollizione fino a completa soluzione;
  • Autoclavare a 121°C per 15 minuti (non surriscaldare).

Preparazione del terreno in flacone

  • In un bagnomaria termoregolato a 100°C introdurre i flaconi e riscaldare fino ad ebollizione;
  • Attendere che il terreno arrivi a dissoluzione completa;
  • Raffreddare a 45-50°C e versare in piastre sterili.

Risultati della crescita

MicrorganismoCeppo certificato ATCCCrescita
Pseudomonas aeruginosaATCC® 9027 Buona
Bacillus subtilisATCC® 6633 Buona
Enterococcus faecalisATCC® 19433 Buona
Escherichia coliATCC® 8739 Buona
Staphylococcus aureusATCC® 6538 Buona
Candida albicansATCC® 10231 Buona
Aspergillus brasiliensisATCC® 16404 Buona

Immagini

Figura 1 – Piastre di R2A agar a confronto su microorganismi isolati da fonti diverse. Questa immagine esemplifica le differenze morfologiche che si possono manifestare con specie batteriche differenti.
Figura 2 – Piastra di R2A agar in cui si evidenziano morfologie microbiche differenti di batteri isolati dal terreno.
Figura 3 – Crescita di specie microbiche e fungine differenti sul terreno R2A agar.

Procedura del test

  • Preparare diluizioni seriali del campione di acqua per ottenere un adeguato numero di colonie finali per il conteggio ed allestire due set di piastre per ciascuna diluizione;
  • Inoculare il terreno per inclusione, spatolamento o con il metodo delle membrane filtranti;
  • Incubare in atmosfera aerobica un set di piastre a 30-35°C per un tempo compreso tra 3-5 giorni e l’altro set a 20-25°C per un tempo compreso tra 5-7 giorni;
  • Al termine del periodo di incubazione delle piastre, riportare la conta come CFU/ml di campione tenendo conto del fattore di diluizione ed annotando tempo e temperatura di incubazione.

Bibliografia

Informazioni su Francesco Centorrino 64 Articoli
Laureato in biologia ed appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza.

Commenta per primo

Rispondi