Ciclo di crescita delle ciglia: quanto velocemente crescono

Da bambini, quando trovavamo una ciglia caduta eravamo soliti esprimere un desiderio. Ma quando le ciglia cadono, ricrescono? Vediamo insieme il ciclo di crescita delle ciglia.

Le Ciglia

Le ciglia sono i peli che crescono sul margine delle palpebre. I bulbi piliferi sono estremamente numerosi in questa zona e il pelo che nasce ha una colorazione che ricorda quella dei capelli. In media, un adulto possiede 100-150 ciglia sulla rima superiore e 50-75 ciglia su quella inferiore. Le ciglia rientrano nella categoria di peli che si sviluppano già a livello embrionale. La loro funzione principale è quella di proteggere l’occhio da ogni possibile corpo estraneo. Infatti, essendo sensibili al tocco così come le vibrasse negli animali come il gatto, quando un oggetto si avvicina all’occhio lo inducono a chiudersi. Un’altra funzione delle ciglia è quella di bloccare l’aria mantenendo così l’umidità: in altre parole, evitano che gli occhi si secchino durante l’arco della giornata.

Perché le ciglia cadono?

Ogni giorno perdiamo dalle 2 alle 5 ciglia. Così come i capelli, le ciglia sono soggette a un ciclo di crescita: crescono e prima o poi cadono per poi ricrescere di nuovo. La loro caduta è dunque un fenomeno normale. D’altra parte, si possono verificare delle condizioni che portano a una caduta maggiore delle ciglia. Infatti, così come i capelli, le ciglia risentono delle condizioni dello stile di vita che adottiamo. Basta pensare che quando siamo eccessivamente stressati, così come la caduta dei capelli, anche quella delle ciglia risulta accentuata. Inoltre, la chemioterapia favorisce sia la caduta dei capelli che quella delle ciglia. Per questo, una dieta sana ed equilibrata accompagnata da esercizio fisico regolare favoriscono il mantenimento in salute delle ciglia. D’altra parte, esistono patologie che inducono la caduta delle ciglia:

  • Alopecia areata: patologia che causa la perdita di capelli a chiazze e in alcuni pazienti può colpire anche ciglia, sopracciglia e altri peli. Si tratta di una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario danneggia i follicoli capillari
  • Malattie immunologiche (lupus, sclerodermia)
  • Iper- e ipotiroidismo: problemi alla tiroide possono provocare la caduta di capelli e peli come quelli di ciglia e sopracciglia. Questo perché la tiroide svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo e nella funzione di molti organi (cuore, cervello, reni, fegato, pelle). Affinché l’organismo sia in salute è necessario che la tiroide funzioni correttamente.
  • Blefarite: infiammazione acuta o cronica del margine libero delle palpebre. La patologia comporta prurito, bruciore e può comportare la perdita delle ciglia.
Alopecia areata. Sia le sopracciglia che le plpebre presentano zone dove mancano i peli in seguito alla loro caduta.
Figura 1: alopecia areata. Sia le sopracciglia che le plpebre presentano zone dove mancano i peli in seguito alla loro caduta [Fonte: Medico e Bambino].

Mascara e laminazione fanno cadere le ciglia?

Molte donne si dedicano alla cura del viso e all’applicazione di trucchi per valorizzarne i tratti migliori e coprire le imperfezioni. In realtà, non tutte sanno che bisogna prestare attenzione ad applicare correttamente il make-up al fine di non danneggiare le ciglia.

Il mascara, se di qualità, non è dannoso per le ciglia, a meno che non si verifichino episodi di allergia al prodotto. L’importante è ricordarsi di struccarsi prima di andare a dormire, altrimenti il mascara secca e rende le ciglia più fragili. Inoltre, sia il mascara che il piegaciglia devono essere applicati con delicatezza, altrimenti si rischia di strappare le ciglia. Neanche le extension di per sè sono dannose per le ciglia: bisogna solo avere cura di non incollare le ciglia altrimenti verranno strappate. Inoltre, durante la loro rimozione è meglio aiutarsi con una pinzetta per non stressare troppo le ciglia. Infine, la laminazione non ha niente di dannoso per le ciglia. In questo caso, si incurvano le ciglia grazie a una formulazione a base di cheratina che le fortifica e rinvigorisce.

Laminazione delle ciglia, prima e dopo. La laminazione delle ciglia non prevede l'impiego di sostanze chimiche pericolose o nocive per le ciglia. Al contrario, la laminazione rinforza e rinvigorisce le ciglia.
Figura 2: laminazione delle ciglia, prima e dopo. La laminazione delle ciglia non prevede l’impiego di sostanze chimiche pericolose o nocive per le ciglia. Al contrario, la laminazione rinforza e rinvigorisce le ciglia [Fonte: Lena Lashes].

Ciclo di crescita

Così come il ciclo di crescita dei capelli, anche quello delle ciglia è molto lento: infatti, tante volte sembra che questi peli non crescano affatto. In realtà, le ciglia crescono ma la loro velocità di crescita è di circa 0,12 + o – 0,05 mm al giorno. Il ciclo di crescita delle ciglia è costituito da tre fasi:

  1. Anagenesi: fase di crescita del pelo. Durante questa fase vi è un’intensa attività all’interno del bulbo pilifero e le cellule si dividono per generare il nuovo pelo. L’anagenesi dura in media 4 – 10 settimane.
  2. Catagenesi: fase di degradazione del pelo. Dopo essere cresciuto, il pelo non può aumentare ulteriormente la propria lunghezza e quindi non ha più bisogno di nutrimento. In questa fase, il follicolo pilifero si assottiglia e non è più irrorato. Quando il pelo si trova in catagenesi bisogna prestare particolare attenzione: qualora la ciglia venga strappata, avrà bisogno di più tempo per ricrescere. La catagenesi dura circa 15 giorni.
  3. Telogenesi: fase di riposo. Le ciglia sono completamente cresciute per cui rimagono attaccate al follicolo pilifero finché non cadranno e inizierà una nuova fase di anagenesi. Questa fase dura minimo 3 mesi: non possiamo sapere quando il pelo si staccherà dal bulbo.

Un intero ciclo di crescita dura dai 5 agli 11 mesi: essendo così lento, è necessario che si presti attenzione alla caduta delle ciglia. L’importante è che le ciglia cadano quando è il momento e non in seguito alle nostre azioni.

Ciclo di crescita delle ciglia. Durante l'anagenesi abbiamo la crescita attiva del pelo. Nella catagenesi il pelo ha raggiunto la crescita massima e, non aendo più bisogno di nutrienti, perde l'irrorazione capillare. Il pelo in telogenesi rimane attaccato finché non cadrà e inizia una nuova fase di anagenesi.
Figura 3: ciclo di crescita delle ciglia. Durante l’anagenesi abbiamo la crescita attiva del pelo. Nella catagenesi il pelo ha raggiunto la crescita massima e, non aendo più bisogno di nutrienti, perde l’irrorazione capillare. Il pelo in telogenesi rimane attaccato finché non cadrà e inizia una nuova fase di anagenesi [Fonte: Lena Lashes].

Agenti stimolanti la crescita delle ciglia

Prima di tutto, per favorire la crescita di ciglia forti e sane bisogna adottare uno stile di vita sano. Bisogna dunque seguire una dieta equilibrata, svolgere regolare attività fisica e ridurre lo stress. Esistono poi delle sostanze che aiutano a stimolare la crescita delle ciglia:

  • Biotina: si tratta di una vitamina del gruppo B che aiuta a costruire una cheratina più forte e induce una replicazione cellulare più veloce. La biotina aiuta ad ottenere ciglia, capelli e unghie più forti. Questa vitamina si trova in alcuni alimenti: cavolfiore, noci, broccoli, cipolle.
  • Vitamina A e C: queste itamine favoriscono la crescita di ciglia e capelli forti e nutriti. Si trovano all’interno di molti tipi di verdura e frutta come avocado, arancia, limone, frutti di bosco.
  • Ferro: diversi studi hanno dimostrato che un’integrazione a base di ferro favorisce la ricrescita e la salute di capelli e ciglia. Non è un caso infatti che i soggetti anemici, a causa della carenza di ferro, soffrano di caduta dei capelli. Il ferro si trova nel pesce, nelle carni rosse, nelle uova e nei legumi.

Sieri per le ciglia

I sieri sono delle formulazioni che vengono applicate sulle ciglia così come i mascara. Contengono oli essenziali che nutrono le ciglia. Ogni siero contiene un principio attivo diverso per stimolare la crescita delle ciglia:

  • Derivati delle prostaglandine: molecole normalmente presenti nel nostro organismo che vengono prodotte in laboratorio. Le prostaglandine intervengono nelle risposte infiammatorie e favoriscono la crescita delle ciglia.
  • Cheratina: i sieri a base di cheratina nutrono fino in fondo le ciglia, le rinvigoriscono dalla radice e ne stimolano l’anagenesi. Questo effetto si ottiene perché la cheratina è la sostanza che compone le unghie, i capelli, i peli, tra cui le ciglia stesse.
  • Olio di ricino: possiede proprietà antiossidanti e rigeneranti. La sua applicazione rende capelli e ciglia folti e definiti. Bisogna però stare attenti ad evitare di irritare i bulbi oculari.
  • Oli essenziali: non migliorano la crescita delle ciglia, però le rendono più folte, definite, resistenti e nutrite.
  • Black Seal Rod Oil: si tratta di un prodotto naturale ricavato dal corallo Plexaura Homomalla. Questa sostanza si comporta come una prostaglandina naturale per cui induce gli stessi effetti sulle ciglia, con l’unica differenza che noè prodotto in laboratorio.

Conclusione

Le ciglia definiscono il nostro sguardo e sono un elemento importante per renderlo accattivante. Per questo motivo molte donne vi applicano trucchi o ricorrono alla laminazione o all’uso di strumenti come i piegaciglia per migliorarne l’aspetto. Bisogna ricordare che perdere una piccola quantità di ciglia è fisiologico. Così come i capelli però, le ciglia risentono dei fattori di stress e dello stile di vita. Quindi, prima di perdersi cura delle proprie ciglia e rinforzarle, è necessario ridurre lo stress e adottare uno stile di vita sano.

Fonti

Crediti immagini

  • Immagine in evidenza: https://www.tuttogreen.it/wp-content/uploads/2021/02/shutterstock_551636995.jpg
  • Figura 1: https://www.medicoebambino.com/index.php?id=CL9908_10.html_p
  • Figura 2: https://lenalashes.it/laminazione-ciglia-o-extension-cosa-scegliere/
  • Figura 3: https://lenalashes.it/le-differenti-fasi-di-crescita-delle-ciglia/
Foto dell'autore

Alessandra Corso

Dottoressa in biologia molecolare e applicata

Hai suggerimenti che possano aumentare la qualità dei nostri contenuti sul sito di Microbiologia Italia o vuoi fornirci dei feedback per fare sempre meglio? Contattaci. Diffondi la scienza con noi e seguici su FacebookInstagramLinkedIn, TikTok, Twitter, Telegram e Pinterest. Ti piacciono i nostri articoli? Aiutaci con una Donazione o iscriviti alla nostra Newsletter ufficiale e potrai ricevere gratuitamente i fantastici articoli che giornalmente verranno pubblicati sul sito.