Zecche e zanzare tigre minacciano la salute con le alte temperature

L’aumento delle temperature e l’arrivo delle zanzare

L’aumento delle temperature e le abbondanti piogge degli ultimi giorni stanno creando un ambiente favorevole per l’invasione di zecche e zanzare tigre. Secondo la Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima), questo fenomeno rappresenta una minaccia per la salute umana. In questo articolo, esploreremo l’habitat di questi insetti e forniremo consigli pratici su come proteggersi da potenziali malattie trasmesse da essi.

L’habitat di zecche e zanzare tigre

Secondo il presidente della Sima, Alessandro Miani, questi insetti si trovano principalmente “sia nella parte terminale della vegetazione, come le fronde degli alberi e piante che scendono verso il basso, sia nell’erba incolta”. È importante prendere precauzioni speciali quando ci si trova in queste aree, in quanto rappresentano l’habitat naturale preferito di zecche e zanzare.

I rischi per la salute umana

Zecche e zanzare tigre sono attratte dall’anidride carbonica emessa con la nostra respirazione. Attraverso le loro punture e morsi, questi insetti possono diventare vettori di malattie virali e batteriche potenzialmente gravi. Secondo la Sima, tra le malattie che possono essere trasmesse da zecche e zanzare tigre troviamo: encefalite, malattia di Lyme, febbre emorragica Crimea-Congo (CCHF), febbre bottonosa del mediterraneo, chikungunya e anaplasmosi.

Come proteggersi da zecche e zanzare tigre

Per limitare i rischi sanitari e difendersi dall’invasione di questi insetti, la Sima suggerisce alcune precauzioni da adottare:

  1. Evitare pic-nic nelle aree dove l’erba è incolta, poiché questi insetti sono particolarmente attivi in tali ambienti.
  2. Indossare indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo, come pantaloni, camicie leggere a maniche lunghe, gonne e calze lunghe.
  3. Applicare prodotti insetto-repellenti sulle parti esposte del corpo.
  4. Evitare l’esposizione prolungata al caldo e al sole diretto. È preferibile uscire di casa durante le ore più fresche della giornata, come il tardo pomeriggio.
  5. Assicurare un adeguato ricambio di aria in tutte le stanze della propria abitazione, favorendo la ventilazione naturale e prevenendo l’accumulo di aria viziata.
  6. Mantenere fresche le stanze schermate dalle finestre esposte al sole, utilizzando tapparelle, persiane e tende per evitare un eccessivo riscaldamento degli ambienti.
  7. Aprire le finestre soltanto durante le ore più fresche, come la sera e la notte, per favorire il ricircolo dell’aria.
  8. Fare bagni e docce frequenti con acqua tiepida e idratarsi bevendo almeno 3 litri di acqua durante la giornata, preferendo frutta e verdura rispetto agli alcolici.

In arrivo le zanzare con le alte temperature

L’aumento delle temperature e delle precipitazioni può portare all’invasione di zecche e zanzare tigre, rappresentando una minaccia per la salute umana. Prendere precauzioni adeguate e seguire i consigli forniti dalla Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) può contribuire a proteggere se stessi e prevenire il rischio di malattie trasmesse da questi insetti. Ricordate di evitare aree con erba incolta, indossare abbigliamento protettivo e utilizzare prodotti insetto-repellenti. È fondamentale prestare attenzione alla propria salute e agire in modo responsabile in ambienti a rischio.

Fonti:

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento