Uno dei primi casi di trasmissione sessuale di Dengue al mondo

dengue trasmissione via sessuale

Di cosa parliamo quando parliamo di Dengue?

La Dengue è una malattia infettiva ad eziologia virale causata da quattro virus appartenenti al genere dei Flavivirus e classificabili nei seguenti sierogruppi: DEN – 1, DEN – 2, DEN – 3, DEN – 4.

Trasmissione

La dengue generalmente trasmessa agli essere umani da vettori quali le zanzare che hanno, precedentemente, “prelevato” il virus da una persona infetta.

Nell’emisfero occidentale, il vettore principale della trasmissione è la zanzara Aedes aegypti ed è endemica nelle aree che presentano un clima tropicale.

un esemplare di Aedes aegypti, vettore principale della dengue
Figura 1 – un esemplare di Aedes aegypti, vettore principale della dengue

Sintomatologia

Dopo un periodo di incubazione che può durare da una a due settimane, i sintomi che si manifestano sono principalmente febbre, cefalea, nausea, brividi e dolori estremamente intensi a livello articolare (“febbre spaccaossa”).

Possono essere presenti ulteriori sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale e sintomi emorragici: in alcuni casi i pazienti infetti hanno sviluppato la febbre emorragica di Dengue.

Il coinvolgimento del sistema nervoso è raro, ma quando è presente si manifesta con encefalopatia e convulsioni.

Diagnosi

La diagnosi viene svolta mediante esami di laboratorio che prevedono test sierologici per l’individuazione dell’antigene e molecolari, come la PCR, che permette una diagnosi più sensibile.

La terapia è sintomatica e di supporto, ma particolare attenzione va rivolta a non aumentare il rischio di sanguinamento (es: no FANS).

sintomi della Dengue
Figura 2 – sintomi della Dengue

Trasmissione della Dengue per via sessuale

La notizia che ha posto un interrogativo sulla trasmissione di questo virus, caratterizzato esclusivamente dalla trasmissione mediante il morso della zanzara, è di qualche settimana fa.

L’ospedale Ramón y Cajal di Madrid ha diagnosticato la Dengue ad un uomo di 41 anni che ha contratto la malattia mantenendo relazioni non protette con un’altra persona che aveva contratto il virus durante un viaggio ai Caraibi, come confermato dalla Comunidad de Madrid.

Il contagio, confermato dal Centro Nazionale di Microbiologia dell’Istituto Sanitario Carlos III di Madrid, si è verificato all’inizio di settembre e il partner sessuale del paziente era un altro uomo che aveva recentemente viaggiato a Cuba e nella Repubblica Dominicana, paesi in cui la malattia è endemica. Entrambi avevano avuto sintomi come febbre, mal di testa molto forti e vomito.

Anche la direzione generale della Sanità pubblica della Comunità di Madrid ha partecipato all’inchiesta, effettuando ispezioni entomologiche che hanno escluso del tutto “la presenza della zanzara nei luoghi di Madrid“, secondo un portavoce.

Test genetici molecolari effettuati sui liquidi biologici dei pazienti in esame hanno, invece, confermato che il ceppo virale riscontrato dagli esami di laboratorio coincide con quello presente a Cuba.

Una possibile rivisitazione della trasmissione

Tale contagio inter-umano è molto importante per una possibile rivisitazione della trasmissione di questo virus, poiché in letteratura scientifica sarebbe solo il secondo dopo il caso in Corea del Sud.

I casi di trasmissione sessuale, tuttavia, non sono stati ancora confermati dai dati di cui la comunità scientifica dispone, ma potrebbero aprire un nuovo capitolo e nuove domande sull’origine dell’infezione da Dengue.

Si ringrazia The Medical Alphabet per la gentile concessione di questo articolo

Priscilla Caputi

Fonti

Commenta per primo

Rispondi