Delfini, scimmie e pinguini: animali omosessuali e dove trovarli

L’omosessualità nel mondo animale è un argomento che suscita ancora oggi molte discussioni e controversie. Negli ultimi decenni, la ricerca scientifica ha dimostrato che l’omosessualità non è un comportamento esclusivamente umano, ma che esiste in molte specie animali.

animali omosessuali
Figura 1 – Molti studiosi hanno rilevato in natura comportamenti omosessuali tra animali anche molto diversi tra loro: qual è la funzione biologica?

La natura ci riserva molte sorprese: scopriamo gli animali omosessuali

L’omosessualità animale è stata osservata in una vasta gamma di specie, tra cui mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci. Nonostante la presenza di questo comportamento in numerose specie, molti scienziati ritengono che l’omosessualità sia ancora sottovalutata nella comunità scientifica.

L’omosessualità negli animali è stata documentata fin dai tempi antichi, ma solo negli ultimi decenni gli studiosi hanno iniziato a studiarla in modo più approfondito. La ricerca ha dimostrato che l’omosessualità animale non è limitata a una sola specie, ma che può essere presente in molte specie diverse.

Per esempio, si è scoperto che alcune specie di scimmie e di primati praticano l’omosessualità sia tra i maschi che tra le femmine. Anche i delfini maschi, che sono noti per la loro forte coesione sociale, sono stati osservati mentre praticavano l’omosessualità. L’omosessualità è stata osservata anche in uccelli come i fenicotteri, i cigni e i pinguini, dove si verifica spesso una forte coesione tra i membri della coppia.

Video 1 – Piero Angela nella sua rubrica di Super Quark ci mostra in questo Video i comportamenti di questi Animali

E’ una forma di selezione naturale?

Anche se l’omosessualità animale è stata documentata in molte specie, la sua funzione biologica rimane ancora un mistero. Gli scienziati hanno avanzato diverse ipotesi per spiegare l’omosessualità animale, tra cui quella che potrebbe essere una forma di gioco, di apprendimento sociale, di legame sociale o di esercizio di dominanza.

Molti scienziati hanno anche sottolineato che l’omosessualità animale potrebbe avere implicazioni per la comprensione dell’evoluzione delle specie e della biologia dell’orientamento sessuale. Ad esempio, alcuni studiosi hanno suggerito che l’omosessualità potrebbe essere una forma di selezione naturale, poiché aiuta a creare legami sociali più forti e aumenta la coesione all’interno del gruppo.

Inoltre, l’omosessualità animale ha implicazioni anche per la comprensione dell’orientamento sessuale umano. Sebbene gli animali non possano comunicare la propria identità sessuale o il proprio orientamento sessuale, le osservazioni degli scienziati possono aiutare a capire meglio la natura dell’orientamento sessuale umano e le sue basi biologiche.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e faccio parte di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Il portale di Microbiologia Italia è utile per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza.

Lascia un commento