Streptococcus bovis

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Caratteristiche

Streptococcus bovis comprende un insieme di cocchi gram- positivi appartenenti al gruppo D di Lancefield. Parliamo di microrganismi anaerobi facoltativi, non mobili e non sporulanti che eseguono catalisi ed ossidasi negative.

Nel gruppo S. bovis, se ne distinguono sei specie:

  • S. bovis;
  • S. equinus;
  • S. gallolyticus (S. bovis biotipo I);
  • S. infantarius (S. bovis biotipo II/2);
  • S. lutetiensis.

Questi batteri colonizzano naturalmente il tratto gastrointestinale e sono spesso causa di diverse patologie nell’uomo, come: endocarditi, infezioni del tratto urinario e meningite neonatale.

Filogenesi

DominioProkaryota
RegnoBacteria
PhylumFirmicutes
ClasseBacilli
OrdineLactobacilles
FamigliaStreptococcaceae
GenereStreptococco
SpecieS.bovis

Morfologia delle colonie

Le colonie di S. bovis si distinguono per essere caratterizzate da dimensioni di 0.5 – 1.0 mm e presentano un margine continuo. La superficie cellulare dello S. bovis ha una varietà di proteine ​​e polisaccaridi che sono legati covalentemente o non covalentemente alla parete cellulare.

Streptococcus bovis al microscopio ottico
Figura 1 – Streptococcus bovis al microscopio ottico

Facciamo riferimento a microrganismi di forma coccale, che si presentano in catene.

Figura 2 - Streptococcus bovis su agar sangue
Figura 2 – Streptococcus bovis su agar sangue

Metodi di identificazione

S. bovis Può essere identificato su apposite piastre petri con terreno di coltura agar sangue, per l’identificazione preliminare sono importanti il tipo di emolisi e la classificazione sierologica di Lancefield, ha una crescita ottimale a 35°C-37°C in CO2 o in condizioni di anaerobiosi. Solitamente, le colonie non sono emolitiche su agar sangue.

Streptococcus bovis su agar sangue
Figura 3 – Streptococcus bovis su agar sangue

I componenti di tale gruppo possono essere erroneamente identificati come enterococchi, in quanto molti ceppi condividono l’antigene del gruppo D. Ciò che li differenzia da questi ultimi è la reazione negativa in entrambe le prove PYR e del test dell’arginina.

Per casi particolari si può ricorrere a tecniche molecolari di identificazione, come la PCR, l’immunoelettroforesi incrociata bidimensionale, immunoblotting contro bande proteiche di S. bovis e Southern blotting.

Patogenesi

S. bovis è un patogeno umano, causa il 24% di tutti i casi di endocardite infettiva. Esso si divide in due biotipi: I e II.

In particolare, il ceppo del biotipo II è molto più frequentemente isolato da pazienti con endocardite, malattie gastrointestinali e infezioni del tratto urinario, mentre il biotipo I spesso è associato ad adenomi/carcinomi del colon retto.

Inoltre, provoca effetti patogeni anche a ruminanti. Generalmente il foraggio ha un pH vicino alla neutralità (pH 7.00).  Livelli di pH inferiore a 6.00 e la presenza di glucosio, promuovono la crescita dello S. bovis che in determinate condizioni trasforma il piruvato in acido lattico, abbassando notevolmente il pH e causando acidosi in bovini.

Terapia

Per l’endocardite causata da organismi del gruppo S. bovis con suscettibilità intermedia alla penicillina (MIC da> 0,12 a <0,5 μg / ml), si raccomanda l’uso di ceftriaxone o la combinazione di penicillina o ceftriaxone per 4 settimane più gentamicina per le prime 2 settimane. 

Per gli isolati con MIC superiori a 0,5 μg / ml è necessario un regime che includa penicillina o ceftriaxone più gentamicina deve essere prolungato per 4-6 settimane.

Umberto Lazzaro

Fonti

  • Salah Shanan, Samia A. Gumaa, Gunnar Sandström, and Hadi Abd, “Significant Association of Streptococcus bovis with Malignant Gastrointestinal Diseases,” International Journal of Microbiology, vol. 2011, Article ID 792019, 5 pages, 2011. doi:10.1155/2011/792019
  • Lin I-H, Liu T-T, Teng Y-T, Wu H-L, Liu Y-M, et al. (2011) Sequencing and Comparative Genome Analysis of Two Pathogenic Streptococcus gallolyticus Subspecies: Genome Plasticity, Adaptation and Virulence. PLoS ONE 6(5): e20519. doi: 10.1371/journal.pone.0020519
  • Ballet, M., G. Gevigney, J. P. Gare, F. Delahaye, J. Etienne, and J. P. Delahaye. 1995. Infective endocarditis due to Streptococcus bovis: a report of 53 cases. Eur. Heart J.16:1975-1980.
  • Streptococcus gallolyticus meningocephalitis in adults: the first case report in China
  • Yue-Man Dai1 , Min Zhao2 , Hong-Ji Lu2 , Li-Xin Wang2
  • www.ruminantia.it/wp-content/uploads/2016/05/CONTROLLARE-LA-PRODUZIONE-DI-ACIDO-LATTICO-RUMINALE.pdf
  • Friedrich IA, Wormser GP, Gottfried EB. The association of recent Streptococcus bovis bacteremia with colonic neoplasia. Mil Med 1982;147:584-5.Tran. Mbio. vol. 4. 2013. pagg. E00281Clin Infect Dis .. vol. 56. 2013 maggio. pp. 1261-8.
  • Enterococcus, Streptococcus gallolyticus group (formerly Streptococcus bovis) Cesar A. Arias Barbara E. Murray

Fonti immagini:

  • Streptococcus bovis prosthetic valve endocarditis associated with silent colonic carcinoma Fatehi E Elzein1, M Yasin Akhtar2, Hatim Khairallah2, Ali Albenmousa3
Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Lascia un commento