Streptococcus constellatus: un commensale molto pericoloso

Caratteristiche

Streptococcus constellatus è un batterio Gram positivo, asporigeno, privo di motilità e facente parte del gruppo batterico Streptococcus anginosus (SAG), insieme a Streptococcus anginosus e Streptococcus intermedius. È normalmente parte del microbiota umano, presente soprattutto nell’apparato respiratorio, e a sua volta si divide in tre sottospecie:

  • Streptococcus constellatus subsp. constellatus, distribuito in cavità orale e vie respiratorie superiori, è spesso isolato in seguito ad infezioni come l’appendicite;
  • Streptococcus constellatus subsp. faringo, spesso isolato in seguito ad infezioni alla gola e faringite;
  • Streptococcus constellatus subsp. viborgensis, anch’esso isolato in gola, cavità orale e vie respiratorie superiori.
Osservazione al microscopio di S. constellatus
Figura 1 – Osservazione al microscopio di S. constellatus [researchgate.net]

Tassonomia

DominioBacteria
PhylumBacillota
ClasseBacilli
OrdineLactobacilles
FamigliaStreptococcaceae
GenereStreptococcus
SpecieStreptococcus constellatus
Tabella 1 – Tassonomia di S. constellatus

Morfologia delle colonie

Colonia di Streptococcus constellatus in piastra Petri su terreno Columbia Blood Agar
Figura 2 – Coltura di S. constellatus in piastra Petri su terreno Columbia Blood Agar [flickr.com]
Colonia di Streptococcus constellatus in piastra Petri su terreno Columbia Blood Agar
Figura 3 – Colonia di S. constellatus in piastra Petri su terreno Columbia Blood Agar [flickr.com]

Patogenesi

Come detto precedentemente, S. constellatus è un batterio normalmente presente, in tutte le sue sottospecie, nel microbiota umano, soprattutto nel cavo orale e nelle vie respiratorie. Tuttavia, esso è pur sempre un agente patogeno molto pericoloso, le cui concentrazioni nel nostro organismo è bene restino molto basse. Sono vari i casi, infatti, in cui questo è riuscito a svilupparsi in modo tale da causare gravi infezioni polmonari, con formazione di ascessi e necrosi, partendo dai polmoni e arrivando anche a fegato e cervello, soprattutto nei casi di comorbilità e fattori di rischio incidenti.

Le polmoniti appena descritte, inoltre, sono spesso accompagnate da febbre molto alta, tosse con emissione di sangue (emottisi), perdita di appetito, di peso e importante sudorazione (diaforesi).

Molti pazienti andati incontro a questa grave polmonite erano accomunati da una storia di operazioni chirurgiche sul tratto respiratorio o digerente; spesso, inoltre, sono fumatori o ex fumatori.

Ascesso cerebrale, spesso causato da un'infezione da S. constellatus particolarmente avanzata e possibile in pazienti particolarmente fragili, bambini e anziani
Figura 4 – Ascesso cerebrale, spesso causato da un’infezione da S. constellatus particolarmente avanzata e possibile in pazienti particolarmente fragili, bambini e anziani [researchgate.net]

Terapie e cure

Come tutti i batteri appartenenti alla famiglia delle Streptococcaceae, S. constellatus è particolarmente vulnerabile a terapie antibiotiche (a lungo termine, fino a 9 mesi) a base di penicillina, metronidazolo, B-lattame, carbapenemi, ecc., accompagnate da trattamenti chirurgici di toracotomia.

Fonti

Crediti Immagini

Articoli suggeriti

Foto dell'autore

Davide Puntorieri

Dottore in Scienze gastronomiche e oggi studente di scienze e tecnologie alimentari (LM-70) presso l'Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria.

Hai suggerimenti che possano aumentare la qualità dei nostri contenuti sul sito di Microbiologia Italia o vuoi fornirci dei feedback per fare sempre meglio? Contattaci. Diffondi la scienza con noi e seguici su FacebookInstagramLinkedIn, TikTok, Twitter, Telegram e Pinterest. Ti piacciono i nostri articoli? Aiutaci con una Donazione o iscriviti alla nostra Newsletter ufficiale e potrai ricevere gratuitamente i fantastici articoli che giornalmente verranno pubblicati sul sito.

Rispondi