Xanthomonas cucurbitae: quando la zucca fa più paura del previsto

Generalità

Xanthomonas cucurbitae è un batterio Gram negativo appartenente al genere Xanthomonas. Più precisamente, Xanthomonas cucurbitae è noto per la sua capacità di infettare le zucche, causando lesioni sulle foglie e macchie sul frutto, fino a causare putrefazione a livello della polpa.

Questo batterio è da anni presente nelle coltivazioni di zucca in Sud e Nord America, ma negli ultimi anni sono stati registrati i primi casi di batteriosi da X. cucurbitae anche in Italia.

Mappa di diffusione nel mondo di X. cucurbitae
Figura 1 – Mappa di diffusione nel mondo di X. cucurbitae [cabi.org]

Tassonomia

DominioProkaryota
RegnoBacteria
PhylumProteobacteria
ClasseGammaproteobacteria
OrdineXanthomonadales
FamigliaXanthomonadaceae
GenereXanthomonas
SpecieXanthomonas cucurbitae
Tabella 1 – Tassonomia di X. cucurbitae

Patogenesi

Come detto nei paragrafi precedenti, X. cucurbitae causa patologie molto gravi nelle zucche, trasferendosi da una coltura a un’altra attraverso il commercio di semi infetti.

Il primo caso in Italia è stato osservato nel 2018, anno in cui alcune zucche coltivate in Emilia Romagna hanno presentato macchie clorotiche lungo le foglie che, con il passare dei mesi, si sono trasformate in lesioni necrotiche; sono seguite delle lesioni a carico del frutto, grazie alle quali il batterio ha raggiunto la polpa causandone marciume, collaborando con altri saprofiti.

I sintomi, generalmente, sono quindi riconoscibili da un primo esordio di piccole, e a volte non semplici da notare ad occhio nudo, macchie su foglie e frutto, destinate a diventare lesioni necrotiche che porteranno alla morte completa della zucca, tanto da causare una perdita di quasi il 100% delle coltivazioni.

Zucca affetta da X. cucurbitae, caratterizzata da notevoli lesione necrotiche a carico del frutto
Figura 2 – Zucca affetta da X. cucurbitae, caratterizzata da notevoli lesione necrotiche a carico del frutto [bsppjournals.com]
Foglie di zucca affette da X. cucurbitae
Figura 3 – Foglie di zucca affette da X. cucurbitae [bsppjournals.com]

Morfologia delle colonie

Coltura in laboratorio di X. cucurbitae
Figura 4 – Coltura in laboratorio di X. cucurbitae [semanticscholar.org]

Tecniche di prevenzione e terapia

X. cucurbitae è da anni causa di grandi perdite economiche, portando alla morte quasi la totalità delle zucche coltivate nelle zone in cui si radica. Al fine di evitare e limitare tali danni, è sempre bene accertarsi della salubrità dei semi di zucca acquistati per la coltivazione, nonchè evitare di riutilizzare semi ottenuti da annate caratterizzate da questa grave infezione. È bene, inoltre, osservare attentamente le zucche già nei loro primi stati di maturazione, alla ricerca delle tipiche macchie sintomo di batteriosi da X. cucurbitae, al fine di isolarle ed evitare il contagio incontrollato.

In alcuni casi, invece, le infezioni da batteri appartenenti al genere Xanthomonas sono combattute mediante antibiotici a base di cefotaxima priva della sua impurità D, responsabile, invece, di tossicità nelle piante.

Fonti

Crediti immagini

Articoli suggeriti

Foto dell'autore

Davide Puntorieri

Dottore in Scienze gastronomiche e oggi studente di scienze e tecnologie alimentari (LM-70) presso l'Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria.

Hai suggerimenti che possano aumentare la qualità dei nostri contenuti sul sito di Microbiologia Italia o vuoi fornirci dei feedback per fare sempre meglio? Contattaci. Diffondi la scienza con noi e seguici su FacebookInstagramLinkedIn, TikTok, Twitter, Telegram e Pinterest. Ti piacciono i nostri articoli? Aiutaci con una Donazione o iscriviti alla nostra Newsletter ufficiale e potrai ricevere gratuitamente i fantastici articoli che giornalmente verranno pubblicati sul sito.