Trisomia 18: La sua Incidenza e Quali Sono i Rischi Reali

La Trisomia 18, anche conosciuta come la sindrome di Edwards, è una condizione genetica rara che colpisce i neonati. In questo articolo, esploreremo l’incidenza della Trisomia 18, esamineremo le cause sottostanti e le implicazioni per i pazienti e le loro famiglie. Impareremo anche su come questa sindrome può essere diagnosticata e gestita. Continuate a leggere per ottenere informazioni approfondite su questo argomento.

Incidenza della Trisomia 18

La Trisomia 18 è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma extra, il cromosoma 18, nelle cellule del corpo. Questa condizione genetica può verificarsi in qualsiasi gravidanza, ma la sua incidenza varia notevolmente in base all’età materna. Le ricerche suggeriscono che l’incidenza della Trisomia 18 è la seguente:

1. Incidenza Generale

L’incidenza generale della Trisomia 18 è di circa 1 su 5.000 nati vivi. Tuttavia, va notato che il rischio di avere un bambino con questa sindrome aumenta significativamente con l’età materna. Ad esempio, per le donne di età superiore ai 35 anni, il rischio di avere un bambino con Trisomia 18 è significativamente più alto.

2. Incidenza in Base all’Età Materna

  • Donne di età inferiore ai 30 anni: L’incidenza della Trisomia 18 è inferiore a 1 su 10.000 nati vivi.
  • Donne di età compresa tra 30 e 34 anni: L’incidenza aumenta leggermente, con circa 1 su 2.500 nati vivi.
  • Donne di età compresa tra 35 e 39 anni: L’incidenza diventa più significativa, con circa 1 su 400 nati vivi.
  • Donne di età superiore ai 40 anni: Il rischio è notevolmente elevato, con una incidenza di circa 1 su 100 nati vivi.

Cause della Trisomia 18

La Trisomia 18 è causata da un errore genetico noto come trisomia, che si verifica quando un individuo ha tre copie del cromosoma 18 anziché le due normali. Questo errore si verifica durante la formazione delle cellule riproduttive e può essere dovuto a una varietà di fattori. Tuttavia, la causa specifica dell’errore genetico rimane ancora sconosciuta.

Implicazioni della Trisomia 18

La Trisomia 18 è associata a gravi problemi di salute e sviluppo. I pazienti affetti da questa sindrome possono presentare difetti cardiaci congeniti, anomalie renali, problemi di sviluppo fisico e mentale, oltre a una serie di altre complicazioni mediche. La maggior parte dei bambini nati con Trisomia 18 non sopravvive oltre il primo anno di vita, ma alcuni possono vivere più a lungo con cure mediche intensive.

Diagnosi e Gestione

La diagnosi della Trisomia 18 può essere fatta tramite test prenatali come l’amniocentesi o la villocentesi. Una volta confermata la diagnosi, le famiglie possono affrontare decisioni difficili riguardo alla gravidanza e alle cure mediche per il neonato.

La gestione della Trisomia 18 si concentra sul trattamento dei sintomi e delle complicazioni specifiche che si verificano. Questo può includere interventi chirurgici per correggere difetti cardiaci, terapie fisiche e occupazionali per migliorare il benessere del paziente, e un team multidisciplinare di professionisti sanitari per garantire una cura completa.

Conclusione sull’incidenza della Trisomia 18

La Trisomia 18 è una condizione genetica rara ma devastante che colpisce i neonati. La sua incidenza varia in base all’età materna, con un rischio significativamente più elevato per le donne di età superiore ai 35 anni. Sebbene la causa esatta rimanga sconosciuta, la diagnosi e la gestione precoce possono migliorare la qualità della vita dei pazienti. Tuttavia, è importante riconoscere che questa sindrome presenta sfide significative per i pazienti e le loro famiglie. La ricerca continua è essenziale per comprendere meglio la Trisomia 18 e sviluppare nuovi approcci terapeutici.

Fonti:

  1. National Organization for Rare Disorders (NORD)
  2. Trisomia 18: La Sindrome di Edwards
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Rispondi