Trisomia 18: La Sindrome di Edwards

La trisomia 18, conosciuta anche come sindrome di Edwards, è una patologia genetica rara che comporta la presenza di un cromosoma extra sul paio 18. Questo difetto cromosomico può causare una serie di problemi medici gravi e può influenzare significativamente lo sviluppo fisico e intellettivo di un individuo. In questo articolo, esploreremo in dettaglio le cause, le caratteristiche cliniche, le opzioni di diagnosi e le prospettive di gestione per coloro che sono affetti da questa sindrome.

Trisomia 18
Figura 1 – Trisomia 18

Caratteristiche Cliniche e Presentazione della Trisomia 18

La trisomia 18 è caratterizzata da un insieme di segni e sintomi che possono variare in gravità da individuo a individuo. Tuttavia, alcune delle manifestazioni comuni includono:

  • Malformazioni Cranio-Facciali: I neonati affetti da trisomia 18 spesso presentano malformazioni craniche e facciali, come una testa più piccola del normale (microcefalia), orecchie basse, labbro leporino o palatoschisi.
  • Difetti Cardiaci Congeniti: Una percentuale significativa di pazienti con trisomia 18 ha difetti cardiaci congeniti, che possono essere gravi e richiedere interventi medici immediati.
  • Ritardo Nello Sviluppo: I bambini con questa sindrome possono sperimentare un ritardo nello sviluppo motorio e intellettuale. Possono avere difficoltà nell’alimentazione, nel raggiungere le tappe dello sviluppo e nel raggiungere abilità motorie come il rotolamento, il sedersi e la deambulazione.
  • Problemi Respiratori: A causa di anomalie anatomiche e muscolari, i pazienti con trisomia 18 sono suscettibili a problemi respiratori, che possono richiedere il supporto di ventilazione.

Cause e Diagnosi della Trisomia 18

La causa principale è la presenza di un cromosoma extra sul paio 18, fenomeno noto come aneuploidia. Questo può verificarsi a causa di un errore durante la formazione dei gameti o delle prime fasi dello sviluppo embrionale. La maggioranza dei casi non è ereditata dai genitori, ma è piuttosto il risultato di mutazioni casuali.

La diagnosi può essere fatta attraverso test genetici. Tra questi c’è l’amniocentesi o il campionamento delle villocentesi, che analizzano il materiale genetico del feto. Inoltre, le moderne tecniche di imaging prenatali, come l’ecografia avanzata, possono rilevare segni di anomalie associate alla trisomia 18.

Gestione e Prospettive

È importante sottolineare che la trisomia 18 è associata a una significativa mortalità neonatale e infantile. Molte delle complicazioni mediche correlate alla sindrome possono rappresentare sfide insormontabili per i neonati, portando a un alto tasso di decessi nelle prime settimane e mesi di vita. Tuttavia, alcuni pazienti sopravvivono oltre l’infanzia e raggiungono l’età adulta, sebbene siano spesso affetti da disabilità gravi.

La gestione dei pazienti con trisomia 18 si concentra sulla qualità della vita e sulla gestione dei sintomi. È fondamentale coinvolgere un team di professionisti medici, che possono includere pediatri, cardiologi, fisioterapisti, terapisti occupazionali e nutrizionisti, per garantire un supporto adeguato a ciascun paziente e alla loro famiglia.

Conclusione

La trisomia 18 è una patologia genetica complessa e sfidante che richiede una comprensione approfondita da parte dei professionisti medici e delle famiglie coinvolte. Sebbene le prospettive per i pazienti con questa sindrome possano essere difficili, è fondamentale fornire il miglior supporto possibile per migliorare la loro qualità della vita. La ricerca continua nel campo della genetica e della medicina potrebbe portare a nuove scoperte e opzioni di trattamento per coloro che sono affetti da trisomia 18.

Fonte:

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento