Calazio: un disturbo oculare da conoscere

Il calazio è un disturbo oculare piuttosto comune, ma spesso poco conosciuto. Si tratta di una patologia che coinvolge le palpebre e può causare fastidi e preoccupazioni per chi ne è colpito. In questo articolo, esploreremo in dettaglio cosa sia il calazio, quali sono le sue cause, sintomi e trattamenti disponibili.

Cos’è il Calazio?

Il calazio, noto anche come orzuello interno, è una condizione oftalmica caratterizzata dalla formazione di un piccolo nodulo all’interno della palpebra. Questo nodulo è causato dall’infiammazione delle ghiandole di Meibomio, situate all’interno delle palpebre, responsabili della produzione di una componente lipidica del film lacrimale. Quando queste ghiandole si ostruiscono, possono accumulare secrezioni oleose, formando un nodulo che aumenta gradualmente di dimensioni.

il calazio
Figura 1 – il calazio

Cause del Calazio

Le cause esatte non sono sempre chiare, ma diversi fattori possono contribuire al suo sviluppo. Le principali cause includono:

  1. Ostruzione delle ghiandole di Meibomio: Quando le ghiandole di Meibomio si ostruiscono, il flusso di secrezioni viene bloccato, favorendo l’accumulo di materiale e la formazione del nodulo.
  2. Batteri e infezioni: Le infezioni batteriche possono causare l’infiammazione delle ghiandole e promuovere la formazione di un calazio.
  3. Blefarite: Questa condizione infiammatoria delle palpebre può aumentare il rischio di sviluppare calazi.
  4. Fattori ambientali: L’esposizione a polveri, sporco o sostanze irritanti può contribuire all’infiammazione delle ghiandole di Meibomio.
  5. Malfunzionamento del sistema immunitario: In alcuni casi, un sistema immunitario compromesso può favorire la formazione di calazi.

Sintomi del Calazio

Il calazio può manifestarsi con una serie di sintomi, tra cui:

  • Presenza di un nodulo: Il sintomo più evidente è la formazione di un nodulo duro all’interno della palpebra, generalmente non doloroso.
  • Rougeur: La zona intorno al calazio può diventare arrossata a causa dell’infiammazione.
  • Gonfiore: La palpebra interessata può gonfiarsi e apparire più spessa del solito.
  • Lacrime: Il calazio può causare lacrimazione eccessiva o fastidio agli occhi.
  • Sensazione di corpo estraneo: Chi soffre di calazio può avvertire la presenza di un corpo estraneo nell’occhio.
  • Sensibilità alla luce: In alcuni casi, può verificarsi una maggiore sensibilità alla luce (fotofobia).

Trattamenti disponibili

Sebbene il calazio possa risolversi spontaneamente nel corso di alcune settimane, esistono diverse opzioni di trattamento per accelerarne la guarigione e alleviare i sintomi. Alcuni dei trattamenti disponibili includono:

  1. Compressi caldi: L’applicazione di compressi caldi sulla palpebra può favorire il drenaggio del calazio e ridurre l’infiammazione.
  2. Massaggio: Un delicato massaggio sulla palpebra interessata può aiutare a sbloccare le ghiandole di Meibomio e facilitare il drenaggio.
  3. Antibiotici: Se l’infiammazione è causata da un’infezione batterica, il medico può prescrivere antibiotici topici o per via orale.
  4. Incisione e drenaggio: Nei casi più gravi o persistenti, può essere necessario l’intervento di un oculista per incisione e drenaggio del calazio.
  5. Cure preventive: Per prevenire recidive, possono essere suggerite cure preventive come detergenti per le palpebre o l’utilizzo di compresse calde in modo regolare.

Conclusione

Il calazio è una condizione oftalmica comune ma spesso misconosciuta, caratterizzata dalla formazione di un nodulo nella palpebra. Le cause possono essere diverse, ma l’ostruzione delle ghiandole di Meibomio gioca un ruolo fondamentale. I sintomi includono la presenza del nodulo, gonfiore e sensazione di corpo estraneo nell’occhio. Fortunatamente, esistono diversi trattamenti disponibili, che vanno dal calore locale agli antibiotici o addirittura interventi chirurgici in casi gravi. In ogni caso, è sempre consigliabile consultare un medico per una corretta diagnosi e pianificazione del trattamento.

Fonti

  1. American Academy of Ophthalmology. (2020). Chalazion (Stye). https://www.aao.org/eye-health/diseases/chalazion-stye
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento