Ipertiroidismo: sintomi, cause e trattamento

L’ipertiroidismo è una condizione caratterizzata da un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei (tiroxina e triiodotironina). Questo squilibrio può avere un impatto significativo sulla salute e sul benessere di un individuo. In questo articolo, esploreremo i sintomi, le cause, la diagnosi e il trattamento dell’ipertiroidismo.

Sintomi

L’ipertiroidismo è molto più comune tra le donne rispetto agli uomini e può manifestarsi attraverso una serie di sintomi che possono variare da persona a persona. Alcuni di questi includono:

  • Aumento del metabolismo: Un metabolismo accelerato è uno dei sintomi più evidenti di questa patologia. Le persone affette possono sperimentare una perdita di peso improvvisa nonostante un aumento dell’appetito.
  • Palpitazioni cardiache: L’ipertiroidismo può causare un battito cardiaco accelerato o irregolare, noto come tachicardia. Questa condizione può essere accompagnata da una sensazione di ansia o nervosismo.
  • Nervosismo e irritabilità: Le persone con questa patologia possono sentirsi iperattive, irrequiete o irritabili senza una ragione apparente.
  • Affaticamento: Nonostante l’aumento del metabolismo, l’ipertiroidismo può anche causare affaticamento e debolezza generale.
  • Disturbi del sonno: Alcune persone con questa patologia possono avere difficoltà a dormire o sperimentare insonnia.
  • Tremori: I tremori delle mani e delle dita sono un sintomo comune dell’ipertiroidismo.
  • Aumento della sensibilità al caldo: Le persone con ipertiroidismo possono essere più sensibili alle alte temperature e sudare eccessivamente.
Sintomi dell'ipertiroidismo e cause
Figura 1 – Sintomi dell’ipertiroidismo. [Fonte: https://healthy.thewom.it/]

Se la causa dell’ipertiroidismo è il morbo di Basedow-Graves, possono essere presenti anche sintomi quali la sensibilità alla luce, occhi sporgenti con bruciore, rossore ed eccessiva lacrimazione, visione offuscata.

Cause dell’Ipertiroidismo

Le cause possono essere diverse e comprendono:

  • Malattia di Basedow-Graves: Questa è la causa più comune di questa patologia ed è causata da un’alterazione del sistema immunitario che induce la tiroide a produrre troppi ormoni tiroidei.
  • Noduli tiroidei: Alcuni noduli nella ghiandola tiroide possono diventare iperattivi e produrre un’eccessiva quantità di ormoni tiroidei.
  • Tiroidite subacuta: Questa condizione è caratterizzata da un’infiammazione temporanea della ghiandola tiroide, che può causare un rilascio eccessivo di ormoni.
  • Assunzione di iodio eccessiva: L’assunzione eccessiva di iodio attraverso gli integratori o i farmaci può portare all’ipertiroidismo.
  • Tumori della tiroide: In alcuni casi, tumori benigni o maligni della tiroide possono causare ipertiroidismo.

Diagnosi

Per diagnosticare l’ipertiroidismo, è necessario consultare un medico specializzato. Durante la visita medica, il medico potrebbe eseguire diversi test, tra cui:

  • Esame fisico: Il medico esaminerà la ghiandola tiroide alla ricerca di eventuali ingrossamenti o noduli.
  • Esami del sangue: I test di laboratorio possono misurare i livelli degli ormoni tiroidei, come la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3), nonché l’ormone stimolante la tiroide (TSH).
  • Scintigrafia tiroidea: Questa procedura utilizza una piccola quantità di sostanza radioattiva per valutare l’attività della ghiandola tiroide.
  • Ecografia: L’ecografia può fornire immagini dettagliate della ghiandola tiroide e dei suoi noduli.

Un corretto processo di diagnosi aiuta a determinare l’origine dell’ipertiroidismo e a sviluppare un piano di trattamento appropriato.

Trattamento dell’ipertiroidismo

Esistono diverse opzioni di trattamento disponibili per l’ipertiroidismo, e la scelta dipende dalla causa sottostante e dalla gravità della condizione. Alcuni dei metodi comuni di trattamento includono:

  • Farmaci antitiroidei: Questi farmaci riducono la produzione di ormoni tiroidei e possono essere utilizzati per il trattamento a lungo termine dell’ipertiroidismo.
  • Terapia con iodio radioattivo: Questo trattamento coinvolge l’assunzione di iodio radioattivo, che distrugge le cellule tiroidee iperattive. Può essere utilizzato per trattare l’ipertiroidismo causato da una ghiandola tiroide ingrandita o da noduli tossici.
  • Chirurgia: In alcuni casi, la rimozione chirurgica di parte o di tutta la tiroide può essere necessaria per trattare l’ipertiroidismo.

Ogni opzione di trattamento ha i suoi rischi e benefici, e il medico valuterà attentamente la situazione individuale per determinare la strategia più appropriata.

Fonti:

Crediti immagini:

Foto dell'autore

Roberta Maria Serra

Futura biologa, nutro un forte interesse per temi quali la salute e la prevenzione, di cui scrivo e curo una rubrica social per Microbiologia Italia. Altre mie passioni riguardano l’astronomia, la bioinformatica, la biostatistica e la ricerca clinica. Ritengo che saper comunicare argomenti di carattere scientifico con chiarezza e rigore sia importantissimo, soprattutto nel periodo in cui viviamo.

Rispondi

Scopri di più da Microbiologia Italia

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading