Le anomalie placentari

La placenta è l’organo deputato al sostegno dell’unità feto-placentare durante la gravidanza fornendo ossigeno e nutrienti. Le anomalie placentari possono influire sulla corretta crescita fetale, tra queste: la placenta previa, il distacco della placenta, l’insufficienza placentare ed infine lo spettro della placenta accreta (PAS).

Donna in gravidanza
Figura 1- Donna in gravidanza [Fonte: https://www.sterilfarma.it/]

La placenta

La placenta è un organo deciduo, ossia temporaneo, che si forma nell’utero durante la gravidanza, necessario al nutrimento, alla protezione e al sostegno della crescita fetale. È costituita da una porzione di natura materna, la decidua, ossia l’endometrio opportunatamente modificato per la gravidanza, e da una porzione di natura fetale, i villi coriali, responsabili degli scambi metabolici (ossigeno e nutrienti) tra circolazione sanguigna materna e fetale.

Placenta
Figura 2- La placenta [Fonte: http://msdmanuals.com/]

Con il termine “anomalie placentari” si fa riferimento alle anomalie della sede di inserzione (placenta previa), alle anomalie di invasione del trofoblasto o PAS (placenta accreta spectrum), al distacco della placenta nonchè all’insufficienza placentare.

Anomalie di inserzione placentare

La placenta previa si definisce come una placenta localizzata in prossimità dell’orifizio uterino interno (OUI) e si distingue in marginale o centrale a seconda se ricopre parzialmente o completamente l’OUI.

Placenta previa
Figura 3- Distacco di placenta e placenta previa [Fonte: https://kwmidwifery.ca/]

Negli ultimi 30 anni si è osservato un significativo incremento di casi di placenta previa dovuto ad un aumento di tagli cesarei, che rappresentano uno dei maggiori fattori di rischio per l’insorgenza di questa anomalia.

Distacco della placenta

Il distacco della placenta è una anomalia placentare in cui la placenta si distacca dall’utero. Rappresenta l’anomalia placentare più comune, interessa infatti 1 gravidanza su 100, e può provocare anomalie dello sviluppo fetale, ritardo della crescita fetale, parto prematuro e mortalità.

Insufficienza placentare

L’insufficienza placentare è una condizione patologica che si verifica quando la placenta ha un deficit funzionale. Essa può essere responsabile di complicanze materne e/o fetali (ritardo di crescita fetale).

Anomalie di invasione placentare

Lo spettro della placenta accreta (PAS) rappresenta condizione patologica in cui la placenta è abnormemente adesa. La funzione placentare è normale, ma l’invasione trofoblastica si estende oltre il limite normale: i villi coriali superano la decidua materna e si estendono al miometrio uterino.

A seconda della profondità dell’invasione del trofoblasto nel miometrio, il PAS si distingue in:

  • Placenta accreta: i villi aderiscono superficialmente al miometrio.
  • Placenta increta: i villi penetrano profondamente nel miometrio uterino fino alla sierosa
  • Placenta percreta: i villi perforano l’intera parete uterina con la possibilità di invadere gli organi pelvici come la vescica.

Il rischio di placenta accreta aumenta del 10% nelle donne con placenta previa, costituendo uno dei maggiori fattori di rischio del PAS.

Sprettro della placenta accreta (PAS)
Figura 4- Spettro della placenta accreta [Fonte: http://periodofertile.it/]

Crediti immagini

Referenze

Foto dell'autore

Marianna Onori

PhD student in scienze della nutrizione, del metabolismo, dell'invecchiamento e delle patologie di genere. Focus: fisiopatologia della gravidanza

Rispondi