Emergenza alimentare in Nigeria: Bambini in pericolo malnutrizione

La grave emergenza alimentare in Nigeria

La Nigeria, un paese caratterizzato da una forte crescita demografica ed economica, si trova ad affrontare una grave crisi di malnutrizione nel nord-ovest. Medici senza Frontiere (MSF), un’organizzazione umanitaria impegnata a fornire assistenza medica in tutto il mondo, ha recentemente lanciato un allarme riguardo all’aggravarsi della situazione. Secondo i dati forniti da MSF, nei primi cinque mesi del 2023 i ricoveri ospedalieri sono aumentati del 26% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Con la stagione di magra appena iniziata, la situazione si sta deteriorando rapidamente, mettendo a rischio la vita di migliaia di persone, in particolare dei bambini. In questo articolo, esploreremo le cause e le conseguenze di questa crisi umanitaria e lanceremo un appello affinché si agisca tempestivamente per evitare una catastrofe.

Emergenza alimentare in Nigeria
Figura 1 – Che cosa sta succedendo oggi in terra Nigeriana? secondo Medici Senza Frontiere è appena esplosa un’altra emergenza alimentare in Nigeria

La stagione di magra: una sfida per la sicurezza alimentare

In Nigeria, da maggio ad agosto, si verifica la cosiddetta “stagione di magra”, un periodo in cui le scorte di cibo si esauriscono a causa della carenza dei raccolti. Questa situazione mette a dura prova la sicurezza alimentare della popolazione, soprattutto nel nord-ovest del paese. Secondo Htet Aung Kyi, coordinatore medico di MSF, durante questo periodo i casi di malnutrizione tra i bambini aumentano esponenzialmente. La crisi di malnutrizione contrasta con la crescita economica che la Nigeria ha sperimentato di recente, portando il paese a essere considerato come la “next big thing” del panorama africano e mondiale. Tuttavia, senza un intervento urgente, questa crisi potrebbe minare lo sviluppo e il futuro della nazione.

La crisi nigeriana: violenza e insicurezza alimentare

L’innalzarsi dei livelli di violenza negli ultimi anni ha contribuito a trasformare l’allarmante situazione di malnutrizione in una vera e propria crisi umanitaria. I gruppi armati compiono regolarmente attacchi nelle città, saccheggiando proprietà e rapendo la popolazione locale per ottenere un riscatto. Molte persone sono state costrette a fuggire dalle proprie case per cercare rifugio in aree più sicure, mentre altre sono rimaste bloccate nelle zone colpite dalla violenza, senza poter accedere alle proprie fattorie o ai luoghi di lavoro. Questa situazione ha reso estremamente difficile per le persone che necessitano di cure mediche raggiungere i centri sanitari e gli ospedali, a causa dei rischi legati agli spostamenti su strade non sicure.

I bambini in pericolo: una spirale di malnutrizione per l’emergenza alimentare in Nigeria

I bambini sono tra i più colpiti da questa crisi di malnutrizione in Nigeria. Spesso dimessi dagli ospedali a causa della malnutrizione, molti di loro tornano indietro perché le loro famiglie faticano a trovare cibo sufficiente per mantenerli in salute. Si trovano così intrappolati in una spirale di malnutrizione da cui è difficile uscire. Secondo l’Ufficio statistico nigeriano, il 78% delle persone nel nord-ovest della Nigeria vive al di sotto della soglia di povertà, e l’assistenza sanitaria è spesso inaccessibile per molti di loro. Inoltre, molti bambini non hanno mai ricevuto le vaccinazioni necessarie per proteggerli dalle malattie infantili più comuni. Gli aiuti internazionali che raggiungono la regione sono limitati, e questo contribuisce ad aggravare la situazione dei bambini malnutriti che hanno un urgente bisogno di cure.

Un appello per l’azione immediata

Medici senza Frontiere esorta tutte le associazioni che operano in Nigeria a intensificare la risposta umanitaria per affrontare questa crisi di malnutrizione. MSF chiede al governo nigeriano e alle autorità sanitarie locali di agire tempestivamente per evitare una catastrofe umanitaria imminente. È fondamentale mettere in atto misure preventive come la distribuzione di cibo e il miglioramento della sicurezza alimentare. Inoltre, è necessario individuare precocemente i casi di malnutrizione e garantire un trattamento tempestivo e adeguato per i bambini e le persone colpite. Solo attraverso una risposta coordinata e urgente si potrà evitare una perdita catastrofica di vite umane nei prossimi mesi.

Conclusioni

La crisi di malnutrizione nel nord-ovest della Nigeria rappresenta una sfida significativa per il paese e per la comunità internazionale. È fondamentale che l’attenzione e il sostegno necessari vengano rivolti a questa emergenza umanitaria. Il coinvolgimento di organizzazioni umanitarie, governi e comunità locali è essenziale per affrontare efficacemente la crisi. Ciò garantirebbe l’accesso al cibo, alle cure mediche e alla sicurezza per la popolazione colpita. Ogni vita conta e è nostro dovere agire per proteggere la vita e il futuro dei bambini e delle persone che soffrono a causa della malnutrizione in Nigeria.


Fonti:

  1. Medici senza Frontiere (MSF) – https://www.msf.it/
  2. https://www.microbiologiaitalia.it/batteriologia/malnutrizione-e-alimenti-terapeutici/
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento