La Dengue in Italia: Aumento dei casi della Zanzara Tigre

In questo articolo parliamo della Dengue in Italia e di come la Zanzara Tigre può diventare endemica nel nostro territorio.

La Dengue, una malattia infettiva virale trasmessa dalla temibile zanzara tigre del genere Aedes, sta emergendo come una preoccupante minaccia in Italia. Secondo l’ultimo aggiornamento settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), sono stati diagnosticati ben 165 casi di Dengue nel paese, di cui 146 importati e 19 autoctoni. Questa situazione allarmante richiede una profonda analisi, poiché le regioni più colpite sono la Lombardia, il Lazio e l’Emilia Romagna, con 50, 28 e 27 casi rispettivamente.

La Dengue: Un Nemico Silenzioso

La Dengue è nota per la sua natura subdola: nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, il che significa che le persone infette potrebbero non mostrare alcun sintomo. Tuttavia, in alcuni individui può manifestarsi con febbre, sintomi influenzali, nausea, vomito, irritazioni cutanee e, nei casi più gravi, emorragie potenzialmente fatali (anche se questo si verifica in meno dell’1% delle persone).

L’Espansione della Dengue in Europa

L’Europa sta diventando un nuovo teatro di battaglia per la Dengue. Quest’anno, oltre all’Italia, sono stati segnalati focolai di Dengue autoctona anche in Francia. In passato, ci sono stati focolai simili in Croazia e Spagna. Questo fenomeno può essere attribuito a molteplici fattori, tra cui la globalizzazione e il cambiamento climatico. La specie di zanzara Aedes albopictus, che diffonde la Dengue insieme alla chikungunya, si sta spostando sempre più verso nord e ovest in Europa. Allo stesso tempo, l’Aedes aegypti, responsabile della trasmissione di malattie come la Dengue, la febbre gialla e la chikungunya, si è stabilita a Cipro lo scorso anno.

Un Allarme Globale

A livello mondiale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) segnala un aumento significativo dei casi di Dengue. I tassi sono aumentati di ben otto volte dal 2000, raggiungendo 4,2 milioni di casi nel 2022. In Europa, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha riferito che solo l’anno scorso sono stati registrati 71 casi di Dengue, in netto aumento rispetto ai 74 registrati tra il 2010 e il 2021.

Misura Preventiva: Il Vaccino

Mentre la Dengue si diffonde in nuove regioni, è fondamentale prendere misure preventive. A febbraio di quest’anno, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha approvato un vaccino tetravalente noto come Tak-003, che può essere somministrato a partire dai quattro anni di età. Questo vaccino è efficace indipendentemente da una precedente esposizione alla malattia. La sua approvazione da parte della Commissione europea nel 2022 rappresenta un passo importante nella lotta contro la Dengue.

Conclusioni

Sebbene la Dengue stia emergendo come una minaccia in Italia e in Europa, è importante mantenere la calma. La maggior parte dei casi è asintomatica o causa sintomi lievi. Tuttavia, è essenziale adottare precauzioni contro le punture di zanzara, soprattutto per i bambini e gli anziani. Inoltre, la notifica immediata dei casi da parte dei medici è cruciale per attivare le campagne di disinfestazione. Con l’introduzione del vaccino Tak-003, disponibile dalla fine di quest’anno, abbiamo uno strumento aggiuntivo per proteggerci dalla Dengue.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento