Dengue: Minaccia pandemica per la malattia in aumento nel mondo

La Dengue, una malattia tropicale che causa febbre e dolori muscolari, sta assumendo proporzioni allarmanti nel mondo. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), i casi di Dengue potrebbero raggiungere livelli record quest’anno, in parte a causa del riscaldamento globale che favorisce la proliferazione delle zanzare vettori del virus. Circa la metà della popolazione mondiale è a rischio, rendendo questa malattia una minaccia seria per la salute pubblica.

La Diffusione ed aumento della Dengue nel Mondo

L’OMS ha dichiarato che la Dengue rappresenta la malattia tropicale a più rapida diffusione al mondo, ed è considerata una vera e propria “minaccia pandemica“. I contagi sono in costante aumento su scala globale: tra il 2000 e il 2022, i casi segnalati sono cresciuti di otto volte, raggiungendo quota 4,2 milioni.

La situazione è particolarmente critica in alcune regioni, come il Perù, dove è stata dichiarata l’emergenza in gran parte del territorio. Nel 2019, l’OMS ha registrato il massimo storico di contagi, con 5,2 milioni di casi diffusi in 129 Paesi. Quest’anno, sembra che il mondo sia destinato a superare i 4 milioni di casi, influenzato principalmente dalla stagione dei monsoni asiatici.

Fattori di Diffusione

La Dengue è trasmessa principalmente dalle zanzare Aedes aegypti e Aedes albopictus, note anche come zanzare tigre, presenti in diverse parti del mondo. Questi insetti prosperano in climi caldi e umidi, il che spiega perché i casi di Dengue siano più comuni nelle regioni tropicali e subtropicali.

Il riscaldamento globale è uno dei principali fattori che hanno contribuito alla diffusione della malattia. I cambiamenti climatici hanno reso alcune zone del mondo più adatte alla sopravvivenza e alla proliferazione delle zanzare vettori. Le temperature più elevate allungano il periodo riproduttivo delle zanzare e accelerano il ciclo di trasmissione del virus.

Sintomi e Gravità

I sintomi della Dengue possono variare da lievi a gravi e includono febbre alta, mal di testa, eruzioni cutanee, dolori articolari e muscolari. In alcuni casi, la malattia può progredire verso forme più gravi, come la Dengue Emorragica e la Sindrome da Shock Dengue. Queste complicazioni possono causare sanguinamenti, danni agli organi e persino la morte. Fortunatamente, tali casi sono meno comuni e rappresentano meno dell’1% delle infezioni.

Un aspetto preoccupante della Dengue è la presenza di molti asintomatici, persone infette dal virus ma che non manifestano sintomi evidenti. Queste persone, se non diagnosticate, possono fungere da serbatoio per la diffusione della malattia, poiché le zanzare possono pungere un individuo asintomatico e trasmettere il virus ad altre persone.

Prevenzione e Controllo

La prevenzione della Dengue si basa principalmente sulla lotta contro le zanzare vettori e sulla riduzione dei loro habitat di riproduzione. Ciò può essere ottenuto attraverso misure come l’uso di insetticidi, l’eliminazione di acqua stagnante (dove le zanzare depongono le uova) e l’uso di reti antizanzare.

La ricerca di un vaccino contro la Dengue è stata un obiettivo importante per gli scienziati e i ricercatori, e alcuni vaccini sono stati sviluppati e approvati per l’uso in alcune regioni. Tuttavia, la sfida consiste nel trovare un vaccino efficace contro tutti i ceppi del virus, poiché ne esistono diverse varianti.

La Dengue in Aumento nel Mondo? conclusioni

La Dengue rappresenta un grave problema di salute pubblica, con milioni di casi segnalati ogni anno in tutto il mondo. La sua diffusione è favorita dal riscaldamento globale e dalla presenza delle zanzare vettori, che prosperano in climi caldi e umidi. La prevenzione e il controllo della Dengue sono cruciali per limitarne la diffusione, e la ricerca di un vaccino efficace è fondamentale per combattere questa minaccia pandemica.

Fonti

  1. Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – www.who.int
  2. Dengue in Europa: il cambiamento climatico rende vulnerabili
  3. Virus Dengue (DENV)
  4. Dengue: l’OMS lancia l’allarme GLOBALE per il rischio di epidemie
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Rispondi