Candida auris: il fungo che minaccia la salute pubblica – Scopri come proteggerti!

Candida auris preoccupa gli esperti

L’allarme per la diffusione di germi resistenti agli antibiotici è crescente anche in Italia. Massimo Andreoni, il direttore scientifico della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT), ribadisce l’importanza di mantenere alta l’attenzione su questo fenomeno preoccupante. Affermando inoltre che si tratta di un grande problema globale. Candida auris, un fungo resistente agli antibiotici e altamente contagioso, è stata segnalata in Italia già dal 2019. Negli Stati Uniti, inoltre, sono stati registrati un numero crescente di casi di infezione da questo microrganismo.

Massimo Andreoni - Candida auris: il fungo che minaccia la salute pubblica
Figura 1 – Massimo Andreoni

L’antibioticoresistenza: la minaccia che farà milioni di vittime entro il 2050

Durante l’incontro “We stand with public health: a call to action for infectious disease“, organizzato insieme alla Società italiana di medicina generale e cure primarie (SIMG), è stato sottolineato che la comparsa di germi resistenti agli antimicrobici rappresenta un grande problema globale. In particolare, Candida auris è un fungo che si inscrive a pieno titolo nel fenomeno della resistenza ai farmaci, che ha implicazioni preoccupanti per la salute pubblica. “Con i funghi non eravamo abituati, ci eravamo confrontati principalmente con il problema legato ai batteri”, ha dichiarato un esperto all’Adnkronos. È stato inoltre evidenziato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che l’antibioticoresistenza causerà milioni di morti entro il 2050, diventando la prima causa di morte al mondo e superando in pericolosità la pandemia che abbiamo vissuto.

Candida auris una seria minaccia per i pazienti fragili

Candida auris, comunemente chiamata “super fungo” o “fungo killer“, è altamente letale per i pazienti più fragili. Il suo nome scientifico deriva dal latino “orecchio”, poiché è stato isolato per la prima volta dal condotto uditivo esterno di una paziente di 70 anni ricoverata in un ospedale giapponese. Le infezioni causate da Candida auris possono presentarsi con sintomi come bruciore, difficoltà a deglutire, dolori muscolari, febbre e affaticamento. È importante sottolineare che il fungo può colonizzare la pelle e altri tessuti corporei anche in assenza di segni e sintomi evidenti.

La minaccia Candida auris: da persona a persona o attraverso superfici contaminate? Scopri le modalità di trasmissione

Candida auris può essere trasmessa attraverso diverse modalità, tra cui il contatto con superfici e dispositivi medici contaminati, nonché da persona a persona. Questo microrganismo è caratterizzato da fattori di virulenza e un tropismo per le superfici che lo rendono unico per la sua persistenza nell’ambiente e sulla cute, aumentando la sua capacità di trasmissione. Inoltre, Candida auris può causare forme di candidosi sistemiche simili alla sepsi batterica, altamente dannose per l’organismo. Attualmente, queste infezioni sono principalmente acquisite in ambienti ospedalieri da soggetti indeboliti da altre malattie, sottoposti a interventi chirurgici o immunocompromessi.

Leggi anche

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e sono il creatore di Microbiologia Italia. Mi sono laureato a Messina in Biologia con il massimo dei voti ed attualmente lavoro come microbiologo in un laboratorio scientifico. Amo scrivere articoli inerenti alla salute, medicina, scienza, nutrizione e tanto altro.