Crescita personale: Le 4 C

Cosa si intende per crescita personale

Quando parliamo di crescita personale parliamo di un percorso che una persona fa all’interno di sé stessa. Si tratta di un lavoro interiore che permette di trasformare le esperienze del passato in punti di forza. Il nostro vissuto, infatti, può diventare un trampolino di lancio per migliorare il futuro in diversi ambiti della vita, tra cui quello professionale.

“Chi guarda fuori sogna, chi guarda dentro si sveglia” diceva Carl Gustav Jung.

Grazie al percorso di crescita personale entriamo in contatto con la nostra sfera emotiva e psicologica, andando a lavorare sull’accettazione di noi stessi e sulla definizione dei nostri obiettivi.

Cosa favorisce la crescita personale?

Per iniziare un percorso di crescita personale dobbiamo prima di tutto essere sicuri di voler affrontare un viaggio all’interno di noi stessi. In questo modo abbiamo la possibilità di prendere coscienza e consapevolezza del nostro io e dei nostri automatismi dettati dall’inconscio.

A fronte di questo, dunque, per iniziare un percorso di crescita personale dobbiamo porci le giuste domande per poter migliorare il nostro atteggiamento nei confronti della vita:

  • Dove sono ora? Mi piace la vita che sto vivendo?
  • Cosa mi permette di stare bene e cosa mi fa male?
  • Come reagisco di fronte a determinati eventi?
  • Ci sono delle cose di me che vorrei migliorare?
  • Quali sono i miei pregi e quali i miei difetti?

Queste, tuttavia, sono solo alcune delle domande che impareremo a porci attraverso un percorso di crescita interiore.

Prendere coscienza di alcuni nostri automatismi ci permette di riconoscerli, contestualizzarli e migliorarli, se lo riteniamo necessario.

Le 4 C della crescita personale

Per migliorare sé stessi non basta soltanto porsi delle domande, che è sicuramente un ottimo inizio, ma bisogna trovare anche delle risposte.

Spesso, però, le risposte che troviamo non ci piacciono molto e magari abbiamo anche paura di ammettere che c’è qualcosa di noi o della nostra vita che vorremmo cambiare. Al contrario, invece, affrontare questi argomenti è il primo passo verso la crescita personale.

Dopo aver risposto alle prime domande possiamo passare alla fase successiva, ovvero trovare la strada per migliorarci.

Le fasi della crescita personale sono quattro e vengono chiamate le 4 C.

Consapevolezza

Consiste nel prendere coscienza di ciò che vorremmo cambiare e migliorare nella nostra vita. Per prendere consapevolezza di questo, dobbiamo fermarci e visualizzare la nostra vita dall’esterno. A questo punto è necessario che ci poniamo delle domande: cosa sognavo da bambino? Sto realizzando il sogno di me bambino? Sono attore o spettatore della mia vita? Sono io che prendo decisioni o sto lasciando che le cose vadano senza il mio controllo? Nel rispondere a queste domande dobbiamo essere assolutamente sinceri, per poter passare allo step successivo.

Cambiamento

A questo punto, dopo aver risposto con sincerità alle domande, abbiamo sicuramente individuato qualcosa della nostra vita che non sta andando come vorremmo e che potremmo cambiare. Ora dobbiamo solo decidere quali sono i passi da fare per migliorare quello o quegli aspetti. Anche in questo caso non è consigliabile lasciare tutto nella nostra mente, ma possiamo prendere carta e penna e scrivere i vari step che ci avvicineranno all’obiettivo.

Crescita personale obiettivo
Fig.1 – Crescita personale: trovare un obiettivo da raggiungere

Correzione

Quando si inizia un percorso di crescita personale bisogna essere convinti di voler raggiungere un determinato traguardo e mettercela tutta, “senza fretta, ma senza sosta“, come diceva Goethe.

Dopo aver, dunque, individuato gli obiettivi da raggiungere, grandi o piccoli che essi siano, dobbiamo suddividerli in traguardi ancora più piccoli e raggiungibili in poco tempo. Gli esperti li chiamano “quick wins” , ovvero “conquiste veloci”, che permettono di mantenere alta la concentrazione e la motivazione. Ogni volta che raggiungiamo un piccolo obiettivo ci avviciniamo sempre più al traguardo finale, mantenendo uno spirito positivo e ottimista. Se, al contrario, andiamo ad individuare un obiettivo troppo grande e raggiungibile troppo in là nel tempo, rischiamo di perdere la motivazione prima del suo raggiungimento.

Crescita

L’ultima C del percorso di crescita personale è la crescita stessa. Questo vuol dire che il cambiamento e la crescita interiore sono in continua evoluzione. Una volta che siamo finalmente riusciti a cambiare qualcosa, possiamo passare subito all’obiettivo successivo.

Bisogna sempre trovare la motivazione per migliorare sé stessi, perché c’è sempre qualcosa che potremmo fare meglio.

Crediti immagini

Foto dell'autore

Michela Trosini

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. Sono molto interessata a tutto ciò che è scienza: microbiologia, biologia, zoologia, farmacologia, psicologia e nutrizione. Attraverso la scrittura, cercherò di trasmettere la mia passione a tutti i lettori di Microbiologia Italia.

Rispondi