Microplastiche nel cervello: in 2 ore raggiungono il cervello

Microplastiche nel cervello: in due ore dall’ingestione possono raggiungere il sistema nervoso

Le microplastiche sono diventate un problema sempre più grande per la salute umana e l’ambiente. Recentemente, uno studio ha rivelato che le microplastiche possono raggiungere il cervello umano solo due ore dopo l’ingestione. In questo articolo, esploreremo lo studio e il suo impatto sulla salute umana.

Lo studio è stato condotto da ricercatori dell’Università di Medicina di Innsbruck, in Austria. I ricercatori hanno somministrato delle microplastiche a topi e hanno scoperto che le microplastiche sono state trovate nel cervello dei topi solo due ore dopo l’ingestione.

I danni cerebrali

Ciò che rende questo studio preoccupante è che le microplastiche possono causare danni al cervello. Le microplastiche possono causare infiammazione e stress ossidativo nel cervello, che possono portare a malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.

Inoltre, le microplastiche possono anche influenzare il sistema nervoso centrale e il sistema endocrino, che possono portare a problemi di salute come l’obesità e la disfunzione ormonale.

Le microplastiche sono ovunque

Le microplastiche sono presenti in molti prodotti di uso quotidiano, come bottiglie di plastica, contenitori per alimenti e prodotti per la cura personale. Queste sonostanze possono anche essere presenti nell’acqua potabile e nei prodotti alimentari.

Per ridurre l’esposizione alle microplastiche, è importante limitare l’uso di prodotti di plastica monouso e utilizzare alternative sostenibili come bottiglie riutilizzabili e contenitori per alimenti in vetro o acciaio inossidabile. Inoltre, è importante bere acqua filtrata e mangiare cibi freschi e non confezionati.

In conclusione, lo studio che ha rivelato che le microplastiche possono raggiungere il cervello umano solo due ore dopo l’ingestione è preoccupante per la salute umana. Le microplastiche possono causare danni al cervello e influenzare il sistema nervoso centrale e il sistema endocrino. Per ridurre l’esposizione alle microplastiche, è importante limitare l’uso di prodotti di plastica monouso e utilizzare alternative sostenibili.

Ti consigliamo: Microplastiche e contaminazione alimentare: Microplastiche sull’ambiente

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento