Reflusso gastroesofageo notturno: cosa c’è da sapere?

Reflusso gastroesofageo notturno: disturbo diffuso per molte persone

Il reflusso gastroesofageo notturno è un disturbo che colpisce molte persone, soprattutto quelle che soffrono di problemi digestivi. Si tratta di un fenomeno in cui il contenuto dello stomaco risale nell’esofago durante la notte, causando bruciore di stomaco, rigurgito acido e difficoltà a dormire. Fortunatamente, esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a prevenire o alleviare i sintomi del reflusso gastroesofageo notturno.

In questa immagine si può osservare come funziona il reflusso gastrico
Figura 1 – In questa immagine si può osservare come funziona il reflusso gastrico

Alza la testa dal letto

Il primo rimedio consiste nell’alzare la testa del letto di circa 15-20 cm. In questo modo, si favorisce il flusso di gravità del contenuto gastrico verso il basso, riducendo il rischio di reflusso. In alternativa, si può utilizzare un cuscino a cuneo per sollevare la testa e il torace durante il sonno.

Mangia leggero

Un altro rimedio naturale è rappresentato dall’assunzione di alimenti leggeri e facilmente digeribili a cena. Evitare pasti pesanti e grassi prima di dormire può aiutare a ridurre la produzione di acido gastrico e prevenire il reflusso. Inoltre, è importante evitare di mangiare troppo tardi la sera, in modo da dare al corpo il tempo di digerire prima di coricarsi.

Adotta sane abitudini

Anche lo stile di vita può influire sul reflusso gastroesofageo notturno. Ad esempio, fumare e bere alcolici possono aumentare il rischio di reflusso, quindi è consigliabile evitare queste abitudini. Inoltre, è importante mantenere un peso sano e fare regolarmente attività fisica, in modo da ridurre la pressione sull’addome e prevenire il reflusso.

Usa integratori

Infine, esistono alcune erbe e integratori che possono aiutare a prevenire il reflusso gastroesofageo notturno. Ad esempio, la radice di zenzero è nota per le sue proprietà anti-infiammatorie e può aiutare a ridurre il bruciore di stomaco. Inoltre, l’estratto di melissa può aiutare a ridurre lo stress e l’ansia, che possono contribuire al reflusso.

Conclusioni su come risolvere il reflusso gastroesofageo notturno

In conclusione, il reflusso gastroesofageo notturno può essere un disturbo fastidioso, ma esistono molti rimedi naturali che possono aiutare a prevenirlo o alleviarne i sintomi. Tuttavia, se i sintomi persistono o peggiorano, è importante consultare un medico per valutare eventuali cause sottostanti e ricevere un trattamento adeguato.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento