Robot Tentacolare Rivoluziona la Chirurgia Oncologica

Un’avanzata tecnologia per la cura dei tumori polmonari

Nel dedalo delle più fitte e fragili vie respiratorie, un sottile e sinuoso robot tentacolare si prepara a segnare un’importante svolta nella chirurgia oncologica. Questa innovativa creazione promette di rivoluzionare gli interventi di rimozione dei tumori al polmone, rendendoli più precisi ed efficienti. Il tentacolo ultraflessibile, guidato da magneti, si inserisce delicatamente nei bronchi, permettendo di eliminare le cellule cancerose con minimo danno ai tessuti circostanti.

L’avvento della chirurgia oncologica di precisione con un nuovo Robot Tentacolare

Il tumore al polmone rappresenta una delle principali cause di morte nei Paesi industrializzati, inclusa l’Italia. Per molti pazienti affetti da tumore polmonare non a piccole cellule, la chirurgia è la terapia standard. Tuttavia, questi interventi spesso risultano altamente invasivi, comportando la rimozione di grandi porzioni di tessuto polmonare, con il conseguente compromissione della funzionalità respiratoria. La ricerca di alternative meno traumatiche per la diagnosi e la cura dei pazienti in fase precoce è diventata una priorità.

Un approccio più delicato e mirato

Il robot tentacolare, sviluppato dai ricercatori dello STORM Lab dell’Università di Leeds nel Regno Unito, è frutto di un progetto finanziato dall’European Research Council (ERC) ed è stato presentato su Nature Engineering Communications. La tecnologia che lo caratterizza si basa sulla precisione anatomica, essendo progettato per essere più morbido dei tessuti circostanti e controllabile mediante magneti.

Il direttore dello STORM Lab, Pietro Valdastri, supervisore della ricerca, spiega che il robot è specifico per l’anatomia e in grado di spingersi 37% più in profondità rispetto agli strumenti standard, riducendo al minimo i danni ai tessuti sani. Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto per biopsie mirate o per selezionare solo le cellule maligne, preservando quelle sane.

Lavoro di squadra nella chirurgia del futuro

Oltre alle sue eccezionali caratteristiche, il gruppo di scienziati dello STORM Lab ha esplorato una sorprendente sinergia nella chirurgia oncologica. I ricercatori hanno testato la possibilità di far lavorare due robot chirurghi in coppia, creando un intervento in tandem in cui un tentacolo riprende la scena operatoria mentre l’altro controlla un laser per rimuovere i tumori.

Questo doppio approccio è stato testato con successo utilizzando una replica artificiale di un cranio, simulando un intervento di chirurgia endonasale. I robot sono stati in grado di operare in maniera indipendente in un’area confinata, dimostrando un alto livello di precisione e coordinamento. Gli scienziati hanno progettato i tentacoli in modo che si piegassero solo nelle direzioni specifiche, permettendo loro di controllare con precisione la posizione dei magneti e prevenire interazioni indesiderate.

Verso nuovi orizzonti nella chirurgia oncologica con il Robot Tentacolare

Questi straordinari progressi nella tecnologia dei robot tentacolari potrebbero rivoluzionare la chirurgia oncologica, offrendo nuove opportunità per i pazienti affetti da tumori polmonari e altre patologie. L’utilizzo di strumenti più precisi e mirati, insieme alla possibilità di operare in coppia, può aprire la strada a interventi meno invasivi e con tempi di recupero più rapidi.

Nonostante ciò, è importante sottolineare che si tratta ancora di una fase di ricerca e sperimentazione. Il passaggio dalla ricerca di laboratorio ai test clinici sull’uomo richiederà attenta valutazione e approfondita verifica dell’efficacia e della sicurezza del sistema.

Fonti

  1. STORM Lab, University of Leeds: link
  2. La nuova tecnica robotica Von
  3. Tumori: un aiuto naturale dai batteri probiotici
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento