Dengue, un caso riscontrato ad Arezzo: come riconoscere i sintomi

Nuovo caso di virus Dengue ad Arezzo: i sintomi e le precauzioni da prendere

Un nuovo caso di febbre Dengue è stato segnalato in Italia, precisamente ad Arezzo, dove si è verificato un contagio del virus. Le autorità hanno già predisposto la disinfestazione dell’area circostante l’abitazione della persona malata e dell’ospedale San Donato dove il paziente è in cura. Sono state fornite precise indicazioni su come attuare la disinfestazione per prevenire la diffusione della malattia.

La Dengue, anche chiamata febbre Dengue, è una malattia che ha avuto origine nell’area equatoriale e che negli ultimi anni ha registrato alcuni casi anche in Italia. Questa malattia si trasmette tramite la puntura di insetti, in particolare delle zanzare del genere Aedes, come ad esempio l’Aedes aegypti. La malattia è stata rilevata per la prima volta in Cina tra il terzo e il quinto secolo dopo Cristo ed è attualmente endemica in oltre 100 paesi del mondo, in particolare in Africa e America centrale.

La zanzara Aedes aegypti
Figura 1 – La zanzara Aedes aegypti

Cosa fare per prevenire la diffusione

Fortunatamente, la febbre Dengue non rappresenta un rischio mortale elevato. Infatti, anche senza trattamento, sopravvive una percentuale che va dal 95% al 99% dei contagiati. Con cure adeguate, questa percentuale aumenta oltre il 99%. Tuttavia, esistono anche forme più gravi della malattia che possono causare la morte di circa il 26% dei pazienti.

Secondo quanto riportato dal quotidiano “La Nazione”, il 3 aprile è stato registrato un caso di Dengue presso l’ospedale San Donato ad Arezzo. La persona infetta risiederebbe in via Fiorentina e per questo motivo le aree circostanti l’ospedale e la zona abitativa saranno sottoposte a disinfestazione.

Le operazioni di disinfestazione avverranno durante la notte del 3 e del 4 aprile e comporteranno l’accesso dei disinfestatori alle aree esterne delle abitazioni e delle attività commerciali presenti nella zona. Si consiglia ai residenti di raccogliere i prodotti agricoli coltivati negli orti prima dell’avvio delle operazioni e di aspettare almeno 15 giorni prima di consumarli se verranno irrorati.

La febbre Dengue provoca sintomi molto simili ad altre malattie infettive, come l’aumento della temperatura corporea, dolori articolari e cefalee. Nei bambini, invece, possono comparire sintomi simili alla gastroenterite. Un sintomo che può distinguere la Dengue da altri malanni o influenza è la presenza di un esantema, un rossore della pelle simile a quello causato dal morbillo.

I sintomi della Dengue
Figura 2 – I sintomi della Dengue

Fonti

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e faccio parte di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Il portale di Microbiologia Italia è utile per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza.