Dimagrire con Successo: Lo Studio sulla Scelta dei Carboidrati

Sei stanco delle diete che promettono risultati rapidi, ma poi fanno riprendere i chili persi? Un nuovo studio condotto dalla Harvard TH Chan School of Public Health di Boston potrebbe avere le risposte che stai cercando. In questo articolo, esploreremo i risultati di questa ricerca e ti forniremo consigli pratici su come scegliere i carboidrati giusti per una perdita di peso duratura e dimagrire con successo.

Il Dilemma delle Diete “Low Carb” per Dimagrire con Successo

La lotta contro il peso in eccesso è una sfida comune per molte persone. Spesso, per cercare di dimagrire, si seguono diete a basso contenuto di carboidrati, comunemente conosciute come “low carb”. Queste diete, che spesso implicano la rinuncia a pane, pasta e altri cereali, sembrano promettere risultati veloci. Tuttavia, uno dei problemi principali di chi le segue è il mantenimento del peso forma nel lungo periodo. Ecco perché i ricercatori della Harvard TH Chan School of Public Health hanno condotto uno studio per comprendere se la scelta dei carboidrati all’interno delle diete “low carb” possa fare la differenza.

Lo Studio: Un’Analisi Dettagliata

Nel corso dello studio, i ricercatori hanno esaminato i dati di oltre 123.000 partecipanti a tre studi longitudinali condotti sul personale sanitario inglese: il Nurses’ Health Study (NHS), il Nurses’ Health Study II (NHSII) e lo Health Professionals Follow-up Study (HPFS). L’età media dei partecipanti era di 45 anni, e l’83,8% erano donne. Tutti i partecipanti erano inizialmente sani, senza patologie croniche preesistenti. Durante il periodo di studio, tutti hanno seguito diete “low carb” con una percentuale di carboidrati che rappresentava il 40%-60% delle loro calorie giornaliere totali.

I partecipanti sono stati ulteriormente suddivisi in cinque gruppi alimentari:

  1. Coloro che hanno seguito una dieta complessivamente a basso contenuto di carboidrati (chiamata “low carb pura”).
  2. Chi ha preferito proteine e grassi di origine animale, seguendo una classica “keto diet”.
  3. Coloro che hanno privilegiato proteine e grassi di origine vegetale.
  4. Chi ha scelto il consumo di carboidrati meno raffinati, più proteine vegetali e grassi sani (chiamata “san”).
  5. Chi ha seguito un piano alimentare che includeva grassi saturi, proteine animali e cereali raffinati (chiamato “malsano”).

Durante il periodo di studio, i cambiamenti nel peso corporeo sono stati monitorati ogni 4 anni, fino a un totale di 20 anni di osservazioni. Questo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica JAMA Network Open a dicembre.

Risultati: La Scelta dei Carboidrati Fa la Differenza per Dimagrire con Successo

I risultati dello studio sono stati sorprendenti. Le persone che hanno seguito la dieta “malsana” a lungo termine, caratterizzata da carboidrati raffinati, proteine animali e grassi saturi, hanno guadagnato maggiormente peso rispetto a coloro che hanno adottato una dieta basata su frutta, cereali integrali e verdure, con meno latticini, carne rossa e lavorata, zucchero, bevande zuccherate e dolci.

In particolare, i due gruppi estremi, ovvero coloro che hanno seguito una dieta “sana” e una dieta “malsana”, hanno mostrato una differenza media di 4,5 kg di peso guadagnato in favore del primo gruppo dopo 4 anni.

Lo studio ha anche rilevato che le associazioni tra un aumento di peso e una dieta “malsana” erano più evidenti tra le persone più giovani, meno attive e con un peso iniziale più elevato.

Consigli dell’Esperto: Scegliere i Carboidrati Giusti

Nonostante tutti e tre gli studi siano di natura “osservazionale”, il loro ampio campione e la prospettività li rendono affidabili. Secondo Stefano Erzegovesi, nutrizionista e psichiatra, è importante sfatare il mito che i carboidrati facciano ingrassare e le proteine facciano dimagrire. Nel lungo periodo, le diete “low carb” hanno dimostrato di favorire l’accumulo di peso, soprattutto nelle persone obese.

Quindi, cosa puoi imparare da questa ricerca se hai bisogno di perdere peso? Le diete “low carb” più restrittive, come la dieta chetogenica (Keto), tendono a portare a una ripresa del peso, soprattutto se basate su proteine animali e grassi di bassa qualità.

La scelta migliore è una dieta mediterranea “povera”, con almeno la metà delle proteine provenienti da fonti vegetali e carboidrati di buona qualità, come i cereali integrali o la pasta di grano duro cotta al dente. Quindi, invece di concentrarti su “carboidrati sì o carboidrati no”, focalizzati sulla qualità dei carboidrati che scegli di consumare. Se sono di buona qualità, come quelli presenti nella dieta mediterranea, possono essere inclusi in ogni pasto, compresa la cena.

In conclusione, la scelta dei carboidrati giusti può fare la differenza nella tua lotta per il peso ideale. Scegli saggiamente e investi nella tua salute a lungo termine.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e faccio parte di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Il portale di Microbiologia Italia è utile per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza.

Lascia un commento