Lo zenzero: proprietà e le numerose virtù

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae ed è ampiamente utilizzato in tutto il mondo per le sue proprietà benefiche. Originario dell’Asia, è stato impiegato nella medicina tradizionale per secoli grazie alle sue molteplici virtù terapeutiche. In questo articolo, esploreremo le proprietà dello zenzero e come può essere utilizzato come rimedio naturale per migliorare la nostra salute.

Le origini e la composizione dello zenzero

Lo zenzero è una pianta perenne che cresce in zone tropicali e subtropicali, come l’India, la Cina e l’Australia settentrionale. La parte comunemente utilizzata è il rizoma, un’appendice sotterranea simile a una radice, che contiene una varietà di composti attivi responsabili delle sue proprietà terapeutiche.

Tra i componenti chiave dello zenzero troviamo i gingeroli, che sono potenti antiossidanti con proprietà anti-infiammatorie. I gingeroli contribuiscono al caratteristico sapore piccante dello zenzero e sono responsabili di molti dei suoi benefici per la salute. Contiene anche zingerone, shogaoli, paradoli e gingerdioni, che conferiscono al rizoma ulteriori proprietà medicinali.

Benefici per la salute

Le proprietà dello zenzero sono state oggetto di numerosi studi scientifici che hanno confermato i suoi molteplici benefici per la salute umana. Tra le sue principali proprietà benefiche, possiamo citare:

  • Proprietà antinfiammatorie: gli antiossidanti presenti nello zenzero, come i gingeroli, hanno dimostrato di ridurre l’infiammazione nel corpo. Questa proprietà può essere utile nel trattamento di malattie infiammatorie come l’artrite reumatoide.
  • Alleviamento dei disturbi digestivi: è noto per le sue proprietà carminative e antispasmodiche, che possono aiutare a ridurre il gonfiore addominale, i crampi e le nausee. L’uso dello zenzero è particolarmente efficace nel trattamento dei disturbi digestivi legati al movimento, come la nausea da viaggio e la nausea da gravidanza.
  • Effetti positivi sul sistema immunitario: grazie alle sue proprietà antiossidanti, può sostenere il sistema immunitario, aiutando a proteggere il corpo dai danni dei radicali liberi e a prevenire l’insorgenza di malattie.
  • Proprietà analgesiche: l’uso topico di estratti di zenzero può contribuire ad alleviare il dolore muscolare e articolare. L’applicazione di creme o oli può aiutare ad alleviare l’infiammazione locale e promuovere il recupero muscolare.
  • Benefici per la salute del cuore: alcuni studi suggeriscono che lo zenzero possa contribuire a ridurre il colesterolo nel sangue e a migliorare la circolazione, favorendo così la salute cardiovascolare.

Modi di utilizzo dello zenzero

Esistono diversi modi per utilizzare lo zenzero e beneficiare delle sue proprietà. Ecco alcune delle modalità più comuni:

  • Tisana: una delle modalità più semplici per consumare lo zenzero è preparare una tisana. Basta grattugiare un pezzetto di zenzero fresco, farlo bollire in acqua per alcuni minuti e poi filtrare il liquido. Aggiungere del miele o del succo di limone per insaporire e gustare una bevanda calda e benefica.
Tisana allo zenzero
Figura 1 – Tisana allo zenzero. [Fonte: https://www.ricettevegolose.com/]
  • Aggiunta alle ricette: lo zenzero può essere utilizzato come ingrediente in molte preparazioni culinarie, come zuppe, curry, salse e marinature. Il suo sapore piccante e aromatico dona un tocco speciale ai piatti e può apportare i suoi benefici per la salute.
  • Olio essenziale: l’olio essenziale di zenzero può essere utilizzato per massaggi o applicazioni locali. Diluire alcune gocce di olio essenziale in un olio vettore, come l’olio di cocco, e massaggiare delicatamente sulla zona interessata per ottenere sollievo da dolori muscolari e articolari.
  • Supplementi alimentari: esistono anche integratori alimentari disponibili sotto forma di capsule o compresse. Prima di prendere qualsiasi integratore, è consigliabile consultare un professionista della salute per determinare la giusta dose e l’adeguatezza per le proprie esigenze.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Sebbene sia generalmente considerato sicuro per la maggior parte delle persone, è importante prendere alcune precauzioni e considerare le seguenti controindicazioni:

  • Interazioni farmacologiche: lo zenzero può interagire con alcuni farmaci, come gli anticoagulanti, gli antinfiammatori non steroidei e i farmaci per la pressione sanguigna. È fondamentale consultare un medico prima di utilizzare lo zenzero in concomitanza con farmaci.
  • Effetti collaterali gastrointestinali: l’uso eccessivo di zenzero può causare effetti collaterali gastrointestinali, come bruciore di stomaco e diarrea. È consigliabile moderarne l’assunzione e interromperne l’uso in caso di sintomi spiacevoli.
  • Allergie: in alcuni casi, le persone possono manifestare reazioni allergiche allo zenzero. Se si verificano rash cutanei, prurito o difficoltà respiratorie, è importante consultare un medico.

Fonti:

  • https://www.saperesalute.it/zenzero
  • https://www.humanitas.it/enciclopedia/alimenti/spezie/zenzero/
  • https://www.paginemediche.it/benessere/alimentazione-e-dieta/zenzero-proprieta-utilizzi-e-controindicazioni

Crediti immagini:

  • Immagine in evidenza: https://sif2022-production.s3.amazonaws.com/uploads/magazine_article/image/234/Zenzero.jpg
  • Figura 1: https://www.ricettevegolose.com/wp-content/uploads/2017/02/tisana-zenzero-limone-curcuma-ginger-lemon-water-o.jpg
Foto dell'autore

Roberta Maria Serra

Futura biologa, nutro un forte interesse per temi quali la salute e la prevenzione, di cui scrivo e curo una rubrica social per Microbiologia Italia. Altre mie passioni riguardano l’astronomia, la bioinformatica, la biostatistica e la ricerca clinica. Ritengo che saper comunicare argomenti di carattere scientifico con chiarezza e rigore sia importantissimo, soprattutto nel periodo in cui viviamo.

Rispondi