Borsite trocanterica: cause, sintomi e prevenzione

La borsite trocanterica è una patologia infiammatoria comune che causa frequente disturbo alla zona laterale dell’anca. L’infiammazione può verificarsi in una, in due o in tutte e tre le borse sinoviali collocate sopra e sotto il grande trocantere (dette borsa superficiale e borse profonde). Esse, normalmente, sono sgonfie e di piccole dimensioni. Le borse trocanteriche sono essenziali per migliorare lo scorrimento tendineo e per ammortizzare eventuale urti, preservando i tessuti deboli.
La borsite trocanterica della borsa superficiale (tra il gran trocantere e la fascia lata) è più frequente, generalmente non è troppo grave, mentre quando la borsite interessa anche le borse profonde (tra il tendine del grande gluteo e l’osso o all’interno del tendine del piccolo gluteo) il quadro clinico è spesso più complicato

Le possibili cause

La borsite trocanterica può insorgere come conseguenza di traumi o microtraumi ripetuti al fianco, successivi ad esempio ad una caduta o può essere il sintomo di una patologia reumatica come l’artrite, l’artrosi, la gotta o a seguito di un’infezione.
La borsa può infiammarsi anche per un sovraccarico funzionale, questa causa è la più comune nelle persone che praticano molto sport e in coloro che svolgono particolari attività lavorative caratterizzate da movimenti ripetitivi. Altri fattori predisponenti della borsite trocanterica possono essere le persone al di sopra dei quarant’anni, le donne (che sono le più colpite da questa infiammazione) e le persone in stato di obesità.
Altri fattori determinanti passano anche dal livello di potenza muscolare. L’aver subito interventi nella regione dell’anca e del ginocchio e la presenza di particolari anomalie anatomiche come la dismetria degli arti inferiori e l’anca a scatto possono essere fattori che provocano tale infiammazione.

I sintomi della borsite trocanterica

Il sintomo principale della borsite trocanterica è il dolore che si presenta in maniera crescente, è concentrato principalmente sul fianco all’altezza dell’anca ma può essere percepito fino al ginocchio. Questo sintomo è causato dallo sfregamento tra le varie parti anatomiche che compongono l’articolazione e dalla eccessiva pressione che si è creata al suo interno.
Esistono però dei momenti e movimenti che possono aggravare non di poco la sintomatologia dolorosa, ovvero:

  • Aumento del dolore in deambulazione (o corsa), nell’atto di pedalata in bicicletta o in posizione eretta se per lunghi periodi di tempo
  • Alzarsi o sedersi da una seduta troppo bassa ed incrociare le gambe
  • Dormire di fianco sul lato in cui si percepisce il dolore

Come viene diagnosticata la borsite trocanterica?

Il medico specialista, per individuare con esattezza il problema, si avvale di test clinici come l’analisi della postura, l’esame dell’appoggio dell’arco plantare, l’analisi del cammino e della corsa, test di forza e lunghezza muscolare e analisi dei vizi posturali.
Il medico valuterà lo stato dell’area anatomica dolorosa attraverso la palpazione al fine di individuare la causa del problema. Potrà, inoltre, richiedere una risonanza magnetica o un’ecografia per un’ulteriore approfondimento.

I trattamenti per la borsite trocanterica e la possibile prevenzione

Il medico, a seconda del caso clinico, può consigliare un approccio conservativo che preveda il riposo da tutte le attività che scatenano i sintomi dolorosi e può suggerire l’assunzione di farmaci antinfiammatori. Successivamente può prescrivere un percorso di fisioterapia personalizzato che possono curare il sintomo di infiammazione ma non la causa della borsite.
Il problema potrebbe essere risolto attraverso un intervento chirurgico (a seconda sempre del caso clinico del soggetto).
I migliori sistemi di prevenzione contro la borsite trocanterica possono essere un buon mantenimento del trofismo muscolare, della postura e della correttezza degli schemi motori. Altri fattori di prevenzione possono essere le calzature, la gestione del peso e la correzione tecnica nel gesto atletico sportivo.

Fonti

Crediti immagini

  • Immagine in evidenza: https://crosystem.it/trocanterite/
  • Figura 1: https://www.artrosiginocchioanca.it/la-borsite-trocanterica-il-segreto-e-lanalisi-della-postura-dr-alessio-biazzo/
Foto dell'autore

Mauro Paone

Nato con lo Sport nel DNA. Da bambino, alla tenera età di sette anni, muovo i primi passi nel mondo dello sport attraverso la pallavolo e, successivamente, al calcio. La smisurata passione ed amore per lo sport mi ha permesso di maturare uno dei miei più grandi amori: il Movimento. Curiosità e determinazione non mi hanno mai abbandonato ed ho fatto sì che questo mio amore per il Movimento divenisse il mio lavoro. Ho conseguito la laurea triennale in Scienze Motorie e la laurea magistrale in Management dello Sport e delle Attività Motorie, oltre a conseguire numerose certificazioni internazionali. Attualmente sto completando la mia formazione con un percorso accademico di Osteopatia. Il motto che mi accompagna da sempre è: ''Prima muoviti bene, e poi spesso''.

Rispondi