Monitoraggio in tempo reale dei biofilm batterici grazie ad un innovativo sensore a base di grafene sviluppato in Italia

Dei giovani ricercatori del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dellìUniversità di Pisa hanno sviluppato un sensore a base di grafene in grado di monitorare in tempo reale la formazione del biofilm di tre delle specie batteriche note per la correlazione ad infezioni associate a biofilm.

Elicitori algali: riducono proliferazioni microbiche e tumorali

Nella lotta al cancro così come nella costante sfida lanciata da batteri e funghi al regno animale, si profila sempre più nitidamente la necessità di passare dalla chimica alla biochimica vegetale. Non più armi, dunque, ma modulatori. Come dire, dai trattamenti farmacologici agli elicitori vegetali. Tutto, pur di garantirci una fonte rinnovabile di molecole naturali … Leggi tutto

Cannabinoidi e antibiotici: un’arma vincente contro i batteri Gram-positivi

Gli antibiotici Gli antibiotici hanno permesso di salvare, in tutto il mondo, milioni di vite umane da infezioni altrimenti mortali. Sicuramente per questo grande risultato dobbiamo ringraziare Sir Alexander Fleming che, nel 1928, scoprì la penicillina. Se da un lato, questa scoperta ha avuto numerosi effetti positivi, bisogna ricordare che l’immissione in commercio degli antibiotici … Leggi tutto

Enterotossina non emolitica di Bacillus cereus: apripista per screening più rapidi

Le tossinfezioni alimentari sono un pericolo costante e silenzioso, nascosto nei piatti più succulenti, sia in casa che fuori. La preparazione dei cibi non è, infatti, affare da poco. Come la loro successiva conservazione. Errori ed intempestività posso trasformare le pietanze in bocconi avvelenati. Il Bacillus cereus, per esempio, produce, tra le altre, una enterotossina … Leggi tutto

Presenza di biofilm di Staphylococcus aureus nei cibi

La contaminazione da biofilm di Staphylococcus aureus Lo Staphylococcus aureus è un batterio Gram positivo presente in un quarto della popolazione sana del mondo, in grado di formare resistenti biofilm. Staphylococcus aureus colonizza tipicamente naso, pelle e mucose dell’uomo e di vari altri mammiferi. Questo batterio può però migrare in vari siti dell’organismo ospite, provocando … Leggi tutto

Resistenza antibiotica: insospettabili alleanze

Il microbioma è la prima barriera per inibire possibili infezioni. Buoni o non, i batteri intestinali sono pur sempre microrganismi e come tali dovrebbero essere riconosciuti dal sistema immunitario per essere eliminati. Molti studi non hanno trovato risposte per lungo tempo, fin quando un gruppo di ricercatori non ha correlato la presenza di alcuni fagi … Leggi tutto

Infezioni nosocomiali: perché dovremmo iniziare a preoccuparcene

Perché si inizia a parlare di infezioni nosocomiali Nell’ambito dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo a causa del virus SARS-CoV-2, si fa strada l’ulteriore preoccupazione per le infezioni correlate all’assistenza, anche chiamate infezioni nosocomiali. È infatti inevitabile, durante una pandemia di tale portata, l’esposizione ad una carica batterica alta dovuta all’elevato numero di pazienti ospedalizzati, così … Leggi tutto

Antibiotici: dal passato una risposta per il futuro!

Introduzione Il problema, in continua crescita, dell’antibiotico-resistenza sta diventando sempre più una minaccia significativa per la salute umana. Questo perché gli antibiotici non ci aiutano soltanto a trattare le differenti infezioni di natura batterica, ma sono anche importanti nel caso di operazioni chirurgiche o altri trattamenti che espongono il soggetto ad una elevata probabilità di … Leggi tutto

Staphylococcus aureus

CARATTERISTICHE Gli stafilococchi sono cocchi gram-positivi e catalasi-positivi, generalmente disposti in aggregati irregolari, a grappoli (il nome deriva infatti dal greco staphylé, grappolo). L’habitat naturale in cui normalmente vivono gli stafilococchi è costituito dalla cute dei mammiferi. Sono attualmente riconosciute una quarantina di specie stafilococciche ma è chiaro che il loro numero è molto più elevato. … Leggi tutto

L’uso di Bacillus spp. come probiotico impedirebbe la colonizzazione intestinale di S. aureus

La nutrizione probiotica viene spesso rivendicata per migliorare la salute umana. Si ritiene infatti che batteri probiotici vivi, introdotti con l’alimentazione, diminuiscano la colonizzazione intestinale degli agenti patogeni portando così ad una riduzione della sensibilità alle infezioni, tuttavia i meccanismi alla base di questi effetti sono ancora poco compresi.  Un recentissimo studio, condotto dai ricercatori del National … Leggi tutto