Impetigine: l’infezione che colpisce prevalentemente i bambini

L’impetigine è un’infezione della pelle causata da streptococchi e stafilococchi, molto cumune nell’infanzia. Ha un decorso per lo più benigno e le lesioni causate da questa malattia sono generalmente reversibili. Importante è la distinzione tra impetigine bollosa e non bollosa.

Il ruolo del cannabidiolo (CBD) nel trattamento della dipendenza da sostanze di abuso

Il ruolo del cannabidiolo come presidio terapeutico è tutt’oggi dibattuto, ma il crescente interesse da parte della comunità scientifica verso questo composto è giustificata dai risultati incoraggianti che emergono da numerosi studi e ricerche.

Tossinfezioni alimentari

Le tossinfezioni alimentari sono una sfida importante per la salute globale, tanto che l’OMS ha fornito in diverse occasioni rapporti forniti di linee guida destinate ai professionisti della salute pubblica, agli ispettori degli alimenti, concentrandosi anche sugli aspetti pratici del controllo delle epidemie.

Il veleno di vespa cela un nuovo potente antimicrobico

Obbiettivo dello studio del veleno di vespa Una ricerca pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences da un team della Perelman School of Medicine, University of Pennsylvania annuncia l’elaborazione di un potente antimicrobico sintetizzato dal veleno di vespa. Si parla in particolare della Vespula lewisii, una specie di vespa coreana anche detta … Leggi tutto

Pasta fresca e Staphylococcus aureus

Oggi parliamo di pasta fresca e del suo rapporto con il batterio Staphylococcus aureus. Pasta fresca, un alimento diffuso La pasta fresca è uno di quegli alimenti che trova larga diffusione sul territorio nazionale data la grande produzione domestica e artigianale, con una elevata variabilità nei processi produttivi e negli ingredienti impiegati, fortemente legati al … Leggi tutto

Monitoraggio in tempo reale dei biofilm batterici grazie ad un innovativo sensore a base di grafene sviluppato in Italia

Dei giovani ricercatori del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dellìUniversità di Pisa hanno sviluppato un sensore a base di grafene in grado di monitorare in tempo reale la formazione del biofilm di tre delle specie batteriche note per la correlazione ad infezioni associate a biofilm.

Elicitori algali: riducono proliferazioni microbiche e tumorali

Nella lotta al cancro così come nella costante sfida lanciata da batteri e funghi al regno animale, si profila sempre più nitidamente la necessità di passare dalla chimica alla biochimica vegetale. Non più armi, dunque, ma modulatori. Come dire, dai trattamenti farmacologici agli elicitori vegetali. Tutto, pur di garantirci una fonte rinnovabile di molecole naturali … Leggi tutto

Cannabinoidi e antibiotici: un’arma vincente contro i batteri Gram-positivi

Gli antibiotici Gli antibiotici hanno permesso di salvare, in tutto il mondo, milioni di vite umane da infezioni altrimenti mortali. Sicuramente per questo grande risultato dobbiamo ringraziare Sir Alexander Fleming che, nel 1928, scoprì la penicillina. Se da un lato, questa scoperta ha avuto numerosi effetti positivi, bisogna ricordare che l’immissione in commercio degli antibiotici … Leggi tutto